foto di @Gianni Barbieri

Lazio, Jony e George Clooney: potrebbe sembrare la trama di un film, ma in realtà…

Cosa hanno in comune il famoso attore Hollywoodiano, George Clooney, e l’esterno spagnolo della Lazio, Jony?
Apparentemente niente, se non la comune sosta forzata dai loro remunerativi lavori a causa della pandemia mondiale per il Covid-19.
In base, invece, ad alcune notizie che giungono dalla Spagna, e precisamente da Malaga, il collegamento tra i due noti personaggi non è poi così tanto campato in aria.
Sembrerebbe infatti che il popolare attore americano, divenuto famoso al grande pubblico grazie alla fortunatissima serie tv “Er medici in prima linea”, sia interessato a comprare la squadra del Malaga, con altri soci imprenditori americani. La stessa squadra dove, fino a due anni fa’, militava per l’appunto Jony, il calciatore biancoceleste.
L’attuale proprietario della società galiziana, che al momento naviga nella serie B spagnola, è lo sceicco Al Thani, cugino del più famoso Al-khelaifi, ricco magnate del Psg.
Il facoltoso presidente del Malaga, dopo aver investito una piccola parte del suo patrimonio, facendo arrivare la modesta squadra spagnola a raggiungere i quarti di Champions League, ha successivamente provveduto, dopo numerose peripezie dovute anche al suo carattere estroso, a farla precipitare nella serie cadetta, con un cospicuo debito milionario ancora da saldare.
Cento milioni di euro è stata la richiesta fatta da Al Thani alla ricca cordata di americani guidati da George Clooney per acquisire il club. Ha sparato alto il presidente, proprio come nella scorsa estate, quando, dopo essersi accorto di aver perso il talentuoso Jony, passato nelle file della Lazio a parametro zero, per una clausola contrattuale, ha pensato bene di avanzare la pretesa di ben 12 milioni di euro per liberare l’esterno di fascia sinistra.
Lo spagnolo, che in realtà sta un po’ faticando nel suo primo anno nella capitale, si era messo in luce nel campionato spagnolo, con la maglia dell’Alaves, in prestito dal Malaga, classificandosi addiruttara terzo nella speciale graduatoria degli assistman della Liga, alle spalle di giocatori del calibro del fenomeno Messi e di Sanabria.
E proprio le sue prestazioni avevano ingolosito il Direttore Sportivo della Lazio, Igli Tare, che, sfruttando la clausola rescissoria presente nel contratto dello stesso Jony, è riuscito a portarlo a Roma, scatenando però le ire di Al Thani, che si è addirittura rivolto alla FIFA per ottenere, a suo dire, il giusto compenso. Un contenzioso che non è ancora giunto ad una conclusione, in attesa che il massimo organismo calcistico internazionale renda note le proprie determinazioni in merito.
E nel caso in cui la trattativa di cessione tra l’attuale proprietario del Malaga ed il famoso attore andasse in porto, è molto probabile che la “questione Jony” sarà uno dei primi problemi che la nuova dirigenza si ritroverà ad affrontare. Magari intavolando un confronto diretto con la società biancoceleste, al fine di risolvere la vicenda in tempi brevi.
Ed in questo caso non possiamo fare a meno di immaginare, simpaticamente, che, in caso di controversia contro il vulcanico presidente della Lazio, Claudio Lotito, il buon George Clooney  non potrà fare a meno di rimpiangere, amaramente, gli assolati set californiani che hanno fatto da sfondo alla celebre pellicola “Ocean Eleven“…