Inzaghi sempre più nella storia: un altro motivo per sperare nella regolare ripresa del campionato

L’emergenza Coronavirus ha interrotto la stagione della Lazio sul più bello, sospendendo il fiato di tutti i tifosi biancocelesti, i quali cominciavano ad alimentare sempre di più i loro sogni. Una situazione che ha messo un freno alla grande cavalcata dei ragazzi di Inzaghi in una stagione da urlo, costringendo il mister a sciogliere le righe e a programmare la ripresa degli allenamenti al prossimo 22 marzo. Il tecnico piacentino infatti, dopo tre stagioni ad alto livello, quest’anno sta collezionando risultati che vanno oltre ogni aspettativa e potrebbe entrare, ancora di più, nella storia di questo club. La Lazio 2019-2020 è in effetti, numeri alla mano, una delle migliori mai viste e rischia di polverizzare tantissimi record. 

Il record di punti ottenuti in una singola stagione è di 72 e appartiene alla Lazio del secondo scudetto, guidata da Eriksson; un record che Inzaghi aveva eguagliato due anni fa nella stagione 17-18 ma che potrebbe superare ampiamente questa volta visti i 62 punti attuali e le 12 gare rimanenti da qui alla fine. Sembra davvero difficile che Immobile e compagni, impegnati nella corsa scudetto con la Juventus, non possano riuscire a fare almeno 11 punti se il torneo dovesse riprendere regolarmente. 

Questa Lazio può tranquillamente polverizzare anche il record del maggior numero di vittorie in una sola stagione (21) considerando che i successi finora ottenuti sono già 19. Alla portata anche il dato della stagione con minor numero di sconfitte (3) che appartiene alla Lazio del 72-73, quella Lazio di Maestrelli che faceva le prove generali per lo scudetto che avrebbe ottenuto l’anno successivo. Rimanendo imbattuta da qui alla fine, la compagine di Inzaghi si prenderebbe anche questo primato, avendo perso fino ad ora solo nelle trasferte con Spal e Inter. Si tratterebbe di un record molto più importante dal momento che all’epoca il campionato si giocava in sole 30 partite e non in 38 come adesso. 

Il mister detiene poi, e può ancora migliorare, un altro record che sta maturando in questa impressionante cavalcata, ovvero il numero di risultati utili consecutivi. I biancocelesti non perdono ormai da 21 gare, attualmente la miglior striscia positiva a livello europeo dopo la sconfitta del Liverpool sul campo del Watford di qualche settimana fa. Ampiamente superato il vecchio primato del 98-99 (17), ora l’obiettivo è avvicinarsi quanto più alle migliori serie positive della storia della Serie A. 

Inzaghi è inoltre vicino a un altro importantissimo traguardo con questa società, infatti è a sole undici panchine da Dino Zoff (202) e il caso vuole che al termine di questa stagione manchino proprio dodici gare. Riprendendo il campionato quindi il nostro attuale tecnico, con 203 apparizioni, diventerebbe l’allenatore con più presenze nella storia della Lazio, superando anche Juan Carlos Lorenzo (194). Un motivo in più per sperare che il campionato riprenda il suo normale svolgimento concludendosi in modo regolare e premettendo ad Inzaghi e alla sua Lazio di giocare per scrivere la storia.