fbpx
Photo by Marco Rosi/Getty Images

Gravina: “Campionato annullato? Non si può escludere, valuteremo varie ipotesi”

Gabriele Gravina, presidente della FIGC, ha parlato a Radio Anch’Io Lo Sport, su Radio Rai:

“Domani chiederemo alla Uefa un atto di responsabilità. Vogliamo un percorso che tuteli la salute. L’Europa è l’epicentro di questa pandemia, il rinvio degli Europei credo sia l’idea da seguire. Riprendere il campionato a Novembre? Non abbiamo ancora fatto ipotesi. Ho sentito parlare dell’ipotesi playoff anche per Champions ed Europa League. Al momento sono idee, domani ci confronteremo e verrà fuori la decisione più responsabile. Qualunque ipotesi, al momento, sarebbe infondata. Lavoriamo su auspici e speranza: ci auguriamo di finire il campionato entro giugno, ma ad ora è difficile programmare. Dopo questo tsunami ripartiremo con le nostre attività. Le ordinanze fissano la data il 3 aprile, ma credo sia troppo presto per prevedere la ripartenza il 3 aprile. Ho iniziato a parlare di una possibile partenza ai primi di maggio, ma anche questa è una data teorica. Navighiamo a vista, ma non abbandoniamo la speranza di un orizzonte a cui puntare. Prima o poi dovremo ripartire. Campionato annullato? Non escludo nulla. Tra le diverse ipotesi però ho già preannunciato la non assegnazione del titolo, l’assegnazione congelando le classifiche, un mini torneo con play-off e play-out. Se tutto questo dovesse portare con effetto trascinamento alla stagione 20-21, non escludo che il campionato possa concludersi in due stagioni diverse. Della Coppa Italia, invece, mon ne stiamo più parlando, la affronteremo molto più in là. inoltre chiesto il rinvio degli adempimenti fiscali. Il mondo dello sport è importante per il paese. C’è molta sensibilità, ringrazio i Ministri Gualtieri e Spadafora che seguono le nostre criticità. Dobbiamo puntare alla tenuta dello sport italiano”.