Spadafora pensa alla sospensione immediata della Serie A. E Parma e SPAL non entrano in campo

Il Ministro dello Sport, Vincenzo Spadafora, tramite una dichiarazione ufficiale rilasciata all’Ansa si unisce alla richiesta del Presidente dell’Associazione Italiana Calciatori, che aveva chiesto la sospensione immediato di tutti i campionati: “Condivido le dichiarazioni di Damiano Tommasi, Presidente dell’Associazione Italiana Calciatori, e mi unisco alla sua richiesta. Non ha senso in questo momento, mentre chiediamo enormi sacrifici ai cittadini per impedire la diffusione del contagio, mettere a rischio la salute dei giocatori, degli arbitri, dei tecnici, dei tifosi che sicuramente si raduneranno per vedere le partite, solo per non sospendere temporaneamente il calcio e intaccare gli interessi che ruotano attorno ad esso”. 

Nel frattempo Parma e SPAL, che dovevano giocare alle ore 12.30, sono tornate negli spogliatoi prima di fare il proprio ingresso in campo. Il fischio d’inizio, al momento, è rimandato di 30 minuti.