fbpx
(Photo by Marco Rosi/Getty Images)

TATTICAMENTE PARLANDO – L’analisi tecnico-tattica dei gol realizzati in Genoa-Lazio

Torna la rubrica “TATTICAMENTE PARLANDO” con l’analisi tecnico-tattica dei gol realizzati nel corso della partita Genoa-Lazio, terminata 3 a 2 in favore dei biancocelesti e valevole per la 25esima giornata del campionato di Serie A.

GOL LAZIO (2’ Marusic)
La Lazio trova subito il gol, al 2° minuto è 0 a 1.
L’azione parte dal basso e, mentre la palla sta per arrivare a Radu, la squadra biancoceleste si dispone per soddisfare i 3 concetti fondamentali della fase offensiva, l’ARP (Ampiezza: movimento di Luis Alberto mentre Marusic e Jony sono già in posizione; Rifinitura: movimento tra le linee di Immobile; Profondità: Caicedo è pronto ad attaccare e correre verso la porta).
Radu entra in possesso palla e, sfruttando i movimenti dei compagni, sceglie di cambiare gioco, probabilmente per servire Milinkovic Savic ma, il pallone rimbalza continuando la sua corsa verso l’esterno. Marusic legge la situazione prima del suo avversario, riesce ad anticiparlo, scarica verso Caicedo e gli detta il passaggio attaccando la profondità. L’attaccante biancoceleste gioca palla in profondità e Marusic, vincendo un doppio duello spalla contro spalla, riesce a deviare il pallone in porta.

GOL LAZIO (51° Immobile)
Strakosha è in possesso di palla, i difensori sono in posizione poco utile, per cui opta per la costruzione lunga. Il pallone è destinato a Milinkovic Savic, poco oltre la metà campo. Il talento laziale vince il duello fisico con Masiello e, con un impercettibile tocco, si esibisce in un controllo orientato straordinario, conducendo in avanti fino a servire la corsa di Caicedo. Il numero 20 ha difficoltà a controllare la palla in velocità ma, fortunatamente, l’intervento di Biraschi (n° 14 Genoa) favorisce Immobile che, accompagnando l’azione, si trova il pallone tra i piedi e, dai 15 metri, con precisione, riesce a piazzare il pallone in rete.

GOL GENOA (57° Cassata)
Il Genoa accorcia le distanze al 57esimo minuto. Cassata riceve palla sulla linea del centrocampo scegliendo per un cambio di gioco in zona debole quando viene affrontato da Cataldi che, in assenza della copertura di Luis Alberto, accorcia ma non va a contrasto.
Ankersen entra in possesso di palla, si accentra e, mentre Favilli e Sanabria sono impegnati ad abbassare la linea difensiva della Lazio, Cassata si smarca centralmente al limite dell’area. Il passaggio orizzontale di Ankersen è pulito e invitante. Tiro immediato di collo interno con traiettoria alta verso il primo palo e la palla termina in rete. Davvero un bel gol!

GOL LAZIO (71° Cataldi)
Il terzo gol della Lazio è un capolavoro di Cataldi direttamente su palla inattiva. La punizione è centrale a 18 metri dalla porta. Sulla palla c’è anche Milinkovic Savic mentre Correa è impegnato a ostacolare la visuale di Perin. Difficile capire se Correa sia stato determinante nella mancata reazione del numero 1 rossoblù, quando la palla parte, pur non essendo molto angolata, è piuttosto veloce. Perin resta sulla posizione senza neanche provare la parata.

GOL GENOA (90° Criscito)
Al 90esimo minuto il Genoa realizza il gol del 2 a 3 con Criscito, direttamente su calcio di rigore.

Claudio Mele

Allenatore Uefa A (Coverciano 2017) e Video Analista (Coverciano 2013) Classe 1984, nato a Taranto - Laureato in Infermieristica. Dal 2001 nella figura di Istruttore ed allenatore in tutte le categorie provinciali, regionali e nazionali. Responsabile Tecnico del Settore Giovanile della Viterbese (2014/2015 - 2015/2016) Collaboratore tecnico nello Staff di Mr. Cornacchini, Mr. Pagliari, Mr. Nofri, Mr. Puccica, Mr. Sottili Vice Allenatore in Serie C di Mister Nofri (Viterbese 2017/2018) 3 Panchine in Serie C (Viterbese – Lupa Roma 1 a 0, Piacenza – Viterbese 0 a 1, Viterbese – Siena 1 a 3)

Claudio Mele ha 20 articoli e più. Guarda tutti gli articoli di Claudio Mele

Claudio Mele