Coronavirus: porte chiuse per Juve-Inter e altre quattro partite di Serie A

Sono quindi cinque, allo stato attuale, le gare di Serie A destinate a giocarsi a porte chiuse nel prossimo turno, a causa dell’emergenza Coronavirus. Juventus-Inter, Milan-Genoa, Parma-SPAL, Sassuolo-Brescia e Udinese-Fiorentina si disputeranno ma senza tifosi, poiché Torino, Milano, Parma, Reggio Emilia e Udine sono nelle regioni considerate “a rischio” per la vicinanza al focolaio che da qualche giorno sta diffondendo l’epidemia nata in Cina. Da valutare invece la posizione di Sampdoria-Verona, in programma lunedì 2 marzo, quando il decreto sarà esaurito.

“Sono già in vigore provvedimenti che vietano gli eventi fino a domenica prossima, – ha detto il Ministro dello Sport, Vincenzo Spdafora –  inizialmente per la Lombardia, il Veneto e il Piemonte, ora con questo decreto del presidente del Consiglio dei ministri abbiamo allargato anche a Friuli Venezia Giulia, Emilia Romagna e Liguria. In queste regioni, resta il divieto di manifestazioni sportive, per alcuni eventi abbiamo dato la disponibilità a svolgerli a porte chiuse”. Spadafora ha infine sottolineato che il provvedimento “non è stato esteso al resto d’Italia perché non esistono le condizioni per prendere misure gravi”. Nessuna chiusura prevista, dunque, per Lazio-Bologna. Almeno per il momento.