Le magie di Luis Alberto, per continuare a sognare

Luis Alberto, il “Mago” di San Jose del Valle: è lui uno dei segreti di Simone Inzaghi. Uno dei segreti del mister “alchimista”, visto che tutto quello che tocca lui diventa oro.

Ed è proprio grazie ai colpi del numero 10 biancoceleste, che la Lazio, domenica sera, dopo la vittoria sul’Inter, si è portata ad un punto dalla Juventus, candidandosi al ruolo di antagonista della compagine bianconera, quando mancano 14 giornate alla fine del campionato.

Lo spagnolo è stata una delle chiavi tattiche del match giocato contro l’Inter, visto che, per evitare il pressing portato da Brozovic e Vecino, è stato anche schierato in una posizione più bassa e schiacciata, davanti alla difesa vicino Lucas Leiva.

Questa variante tattica ha fatto in modo che il pallone, in fase di recupero e successivo possesso della Lazio, ripartisse dalla difesa in maniera ancora più costruttiva del solito, con Luis Alberto libero di impostare a testa alta e offrendo un’opzione sicura in fase di ripartenza. In un certo senso un lavoro più oscuro rispetto al solito, ma certamente fondamentale, viste le numerose opzioni create e gli spazi trovati.

Inoltre, quando nel secondo tempo, per recuperare lo svantaggio, Milinkovic è stato ulteriormente avanzato, la copertura di Luis Alberto è risultata importantissima. In questo senso il centrocampista serbo è tornato a giocare nel ruolo delle stagioni precedenti, più vicino all’are avversaria, consapevole di avere alle sue spalle un centrocampo pronto comunque a coprire e a ripartire, mentre lui faceva da sponda per i suoi compagni, fino a trovare, addirittura, la “zampata” vincente, che ha permesso alla Lazio di conquistare l’intera posta in palio.

In questa fase della stagione, mantenere la propria forma fisica al meglio è un fattore imprescindibile e proprio a tal proposito Luis Alberto viene seguito costantemente da Pablo Dip, il suo preparatore fisico personale, che in una recente intervista rilasciata a La Repubblica, ha avuto modo di dichiarare: “Luis sta bene, perché accompagna il molto riposo a delle sedute aggiuntive di prevenzione e fisioterapia con il sottoscritto”. Tutto questo al fine di evitare affaticamenti ed infortuni, per continuare ad inseguire gli obiettivi della formazione biancoceleste e riuscire, nel contempo, ad ottenere di nuovo l’attenzione della nazionale spagnola, nella quale è stato anche convocato nello scorso autunno. Il sogno, ovviamente, è quello di andare a giocarsi l’Europeo con la maglia della selezione iberica.

E le prestazioni di sacrificio, come quella di domenica sera, non passano di certo inosservate. Sul suo profilo social, dopo la vittoria contro l’Inter, Luis ha twittato: “Siamo felici per questa Vittoria importante e per altri 3 punti, che ci avvicinano un po’ di più al nostro sogno, la lotta continua!”

La lotta continua insieme alla squadra biancoceleste, più unita che mai, al mister, Simone Inzaghi, che ha sempre creduto in lui, e all’intero popolo laziale, che domenica sera hanno riempito lo Stadio Olimpico.

Un intero popolo che continua a stropicciarsi gli occhi davanti alle magie di Luis Alberto. E che continua a sognare grazie alle prestazioni dei suoi campioni.