Società Sportiva Lazio in Piazza San Pietro

Lunedì 6 Gennaio è tornato in Piazza San Pietro per la 35 edizione il corteo storico “Viva la Befana” che, al seguito dei Re Magi, ha sfilato in Via della Conciliazione per assistere all’Angelus, recare simbolici doni dell’Epifania a Papa Francesco e per portare al mondo il messaggio di Pace, Solidarietà e Fratellanza tra i popoli.

La manifestazione è organizzata da un Comitato di “serventi” volontari, coordinati dall’Associazione Europae Fami.li.a (Famiglie Libere Associate d’Europa) e dal Comune di  Allumiere. Anche in questa edizione una rappresentanza della Società Sportiva Lazio si è unita al corteo grazie all’interessamento di Otello Donati (Presidente della S.S. Lazio Triathlon) nella sua qualifica all’interno dell’organizzazione di “Priore Servente Delegato allo Sport” e di Giovanni Lando Fioroni (S.S. Lazio Motociclismo).

In testa a tutti lo striscione che citava: “Concordia Parvae Res Crescunt 1900… 2020 La storia continua…” realizzato da Otello Donati per festeggiare i 120 anni di vita della Polisportiva. Carlo Cellucci (Taekwondo), Fabio Egidi e Raffaele Danese (Motociclismo), Fabrizio Pellegrini (Presidente dell’UNVS), Flavio Picchiani (Triathlon), Giuseppe Palma e Domenico Russo (Krav Maga), Marco Sabani (Walking Football), Mario Marcellini (Kickboxing), Moreno Paggi (Basket in carrozzina) sono stati tra i Presidenti e Dirigenti che, con i loro atleti e familiari, hanno colorato il corteo di biancoceleste.

Tutti i presenti si sono mostrati entusiasti della giornata, sfilare in via della Conciliazione per poi entrare in Piazza San Pietro è stata un emozione unica; unica ma non irripetibile, appuntamento per tutti al 2021… la 36 edizione ci aspetta!

Sito della manifestazione: Viva la Befana

Giovanni Lando Fioroni

Laziale dalla nascita, dal 2011 dirigente della S.S. Lazio Motociclismo, narratore delle attività della Società Sportiva Lazio "la Polisportiva più grande ed antica d'Europa"... una vita in Biancoceleste!

Giovanni Lando Fioroni ha 184 articoli e più. Guarda tutti gli articoli di Giovanni Lando Fioroni

Giovanni Lando Fioroni