fbpx

Supercoppa, Inzaghi in conferenza: “Il mio gruppo mi fa emozionare. Lavoriamo per momenti come questo”

La Lazio festeggia un’altra vittoria contro i bianconeri e un’altra Coppa. Si chiude così l’anno dei biancocelesti, non avrebbe potuto chiedere di meglio Inzaghi. Il tecnico biancoceleste ha parlato ai cronisti presenti in conferenza stampa.

La partita

“Io parto dal presupposto che un allenatore deve fare delle scelte. Io a differenza di tanti, vedo Cataldi e Parolo che hanno fatto benissimo in allenamento. Leiva stava facendo benissimo, avevo paura e Danilo mi ha fatto vedere grandi cose. L’abbiamo voluta con forza e l’abbiamo ottenuta”.

L’uomo delle finali

“Era molto importante, ha più valore della vittoria di dieci giorni fa. L’abbiamo preparata nel migliore dei modi. Era la quarta finale in quasi quattro anni, ne abbiamo vinte tre e ne abbiamo persa una. Questi trofei me li tengo stretti, passano dal grande gruppo che abbiamo”.

Crepe nel dominio della Juve

“La Juventus ha perso due partite su 24, le ha perse tutte e due con noi. All’Olimpico avevano fatto meglio rispetto a stasera, ma hanno trovato una grande squadra come la Lazio. Due volte in dieci giorni è motivo d’orgoglio, ora mi rendo conto di più dell’impresa fatta”.

Il più bello?

“Quello che diranno lo leggerò come sempre, cercherò di capire chi lo dice. Noi dobbiamo lavorare per delle serate del genere. Noi sappiamo quello che vogliamo, ci dobbiamo godere serate come queste. Al rientro avremo una gara difficile contro il Brescia, passeremo un Natale sereno ma lo sarebbe stato a prescindere. Questo è un gruppo che mi fa emozionare. La più bella? E’ fantastica, ma io ricordo la vittoria in Coppa Italia e la prima con il gol di Murgia”.

Punti deboli della Juventus

“Punti deboli la Juventus ne ha pochi, abbiamo avuto tanta intensità e lucidità. Con loro devi fare ottime scelte con uomini giusti”.

Augusto Sciscione

Nato a ottobre del 1977 sotto il segno della bilancia. Laureato in Giurisprudenza esercita la professione di avvocato. Ama lo sport in generale, ma le sue grandi passioni sono la pallacanestro e la Lazio. La prima gara vissuta da spettatore allo Stadio Olimpico è stata Lazio-Taranto che terminò 3-1 e riporto la Lazio in Serie A. Ha vissuto gli anni d'oro della Lazio di Sven Goran Eriksson ed il giocatore a cui è rimasto più legato è il Cholo Simeone. Ama i cani ed al momento ne possiede uno di nome Gazza.

Augusto Sciscione ha 381 articoli e più. Guarda tutti gli articoli di Augusto Sciscione