fbpx

Thomas Strakosha e la sua tripletta contro la Juventus

Quella di quest’anno è senza dubbio una Lazio stellare. Composta da campioni del calibro di Ciro Immobile, Sergej Milinkovic-Savic, Luis Alberto e cosi via, scorrendo anche per i vari Correa e Acerbi. A noi però, dopo la grande vittoria contro la Juve, ci è sembrato che qualcuno fosse rimasto nell’ombra, nonostante una prestazione ad altissimi livelli. Stiamo parlando di Thomas Strakosha.

Si sa che spesso e volentieri, le grandi prestazioni dei portieri, passano in secondo piano, quando i propri compagni incantano con giocate brillanti e gol pesanti. La verità, però, è che una parata, a volte, vale come un gol. E noi, riguardando gli highlights di Lazio-Juve di interventi simili, da parte di Strakosha, ne abbiamo trovati almeno 3 diversi.

Sul tabellino dei marcatori manca la tripletta di Strakosha

Ad inizio partita si impone a freddo su un tiro a giro di Dybala, che sembrava essere destinato ad insaccarsi al lato, anche se forse questo è un intervento più semplice (seppur importante) rispetto agli altri due che ora andremo a rimarcare.

Il secondo è un vero e proprio salvataggio in extremis: Bernardeschi inventa per Ronaldo, che con una fucilata di testa va a botta sicura, mettendo in porta un gol, per lui, facile facile. Se solo non fosse per un provvidenziale Thomas Strakosha, che, sulla linea di porta, gli nega la gioia della doppietta personale e del raddoppio bianconero. Che probabilmente sarebbe significato la sconfitta per la Lazio di Simone Inzaghi.

Infine, quello che secondo noi è il più sorprendente. Ovvero l’ennesima parata su Dybala. Che però stavolta arriva su un errore di Acerbi (ed è questa la vera sorpresa), che mette l’argentino davanti alla porta, servendogli praticamente un assist perfetto per il 2-1 della Juve. Anche questa volta il portiere albanese dice di no, e salva il momentaneo pareggio, che poi permetterà ai biancocelesti di completare la rimonta grazie alle reti di Milinkovic e Caicedo. 

Strakosha sempre più leader

Questo il riassunto della prestazione di Thomas Strakosha contro la Juventus. Una prestazione da grande portiere. Un portiere sempre più leader in una Lazio dall’attacco letale e fulmineo, ma soprattutto dalla difesa solida e dalla saracinesca abbassata.

Una Lazio, che ora, può fare affidamento su un estremo difensore ormai maturo e pronto a dimostrare tutto il suo valore con la casacca biancoceleste (in caso non l’avesse già fatto)

Sarà forse la barba o le sue parate provvidenziali, ma una cosa è certa, a noi questo Strakosha, piace.

Andrea Solazzi

Nato a Roma il 6 Luglio del 1998. Attualmente studente di filosofia e aspirante giornalista. Sono quell'amico che puoi svegliare nel cuore della notte per parlare del potenziale inespresso di Meghni.

Andrea Solazzi ha 301 articoli e più. Guarda tutti gli articoli di Andrea Solazzi