fbpx

Lazio-Juventus, Inzaghi in conferenza stampa: “Chi parla oggi di scudetto, magari criticava due mesi fa. Noi dobbiamo mantenere equilibrio”

Il tecnico della Lazio, Simone Inzaghi, dopo la vittoria contro la Juventus, è intervenuto nella consueta conferenza stampa post-match per rispondere alle domande dei cronisti presenti.

LA PARTITA –Siamo stati molto bravi, concentrati e presenti. Sapevamo che con la Juventus ci sono dei momenti in cui si soffre, ma siamo stati sempre lucidi. Non abbiamo mollato la presa sulla partita e abbiamo vinto meritatamente.”

EQUILIBRIO – “Noi dobbiamo mantenere equilibrio, goderci queste serate e questi quattro anni. Io lo sto facendo grazie a questi ragazzi meravigliosi, che mi regalano gioie. Ho piacere di vivere queste giornate in panchina, con mia moglie e con i miei figli. Abbiamo vinto una Supercoppa, una Coppa Italia, abbiamo sfiorato una Champions League. Lo scorso anno siamo arrivati ottavi perchè abbiamo vinto la Coppa Italia, altrimenti avremmo conquistato un posto migliore. Si dice che la Lazio è arrivata ottava, si dimenticano la Coppa Italia. Ho la fortuna di essere in questo ambiente da venti anni, nel calcio i giudizi cambiano in fretta ma siamo in un ottimo momento. Ce lo meritiamo. I ragazzi danno sempre disponibilità, gli ho detto di rimanere tranquilli anche dopo alcune sconfitte perchè ci saremmo tolti delle soddisfazioni. Dobbiamo stare sempre sul pezzo, ma penso che i ragazzi lo stiano facendo bene.”

RIGORE DI IMMOBILE – “Ero tranquillo, i ragazzi avevano la partita in mano. Anche prima dell’espulsione vedevo bene la squadra. Mi dispiace per Ciro Immobile, il portiere ha fatto delle parate miracolose. Quello di Bonucci era rigore netto, potevamo chiuderla prima del 94′.”

SOSTITUZIONI – “Ora dobbiamo guardare avanti sapendo che stiamo facendo grandi cose. Ripeto, nel calcio basta un attimo. Si criticano i moduli, gli schemi. Se si hanno idee bisogna seguirle. Ai miei calciatori ho chiesto questo. Per quanto riguarda le sostituzioni, Luis Alberto solo ieri ha lavorato per tutta la seduta, nei giorni precedenti non stava benissimo. Ho voluto cambiarlo, ora ha la borsa del ghiaccio ma sono sicuro che per il Cagliari ci sarà. Per giovedì non lo so. Cambiando Immobile con Cataldi ho alzato Milinkovic. Non vedevo l’ora di inserire Caicedo, è un ragazzo straordinario. Lui è un top giocatore, se mi avessero chiesto chi volevo segnasse, avrei detto lui. Ho un grande gruppo, dei grandi ragazzi. Dobbiamo continuare così, sono fiducioso.”

CRITICHE – “Chi oggi dice che possiamo vincere lo scudetto, magari mi criticava fino a due mesi fa. Che magari diceva che questa squadra non andava e non era ben guidata. Io ascolto, mi informo, leggo e cerco di capire da dove arrivano le critiche. Non mi sento ferito, sono contento di essere qua. So da chi vengono le critiche, da chi sono mosse. Sono venti anni che sono in questo ambiente. Sono molto sereno e lucido, so di avere un gruppo straordinario.”

Daniele Caroleo

Giornalista pubblicista. Tifoso della Lazio. Mi piace lo sport (con una particolare predilezione per il calcio), scrivere e fotografare.

Daniele Caroleo ha 893 articoli e più. Guarda tutti gli articoli di Daniele Caroleo