fbpx

Lazio-Juventus, Inzaghi in conferenza: “Servirà una grande partita. Formazione? Ho dei dubbi”

Prova del nove. Può essere definito così Lazio-Juventus per la squadra biancoceleste. Ad analizzare il match, in programma domani allo stadio Olimpico, è stato lo stesso allenatore dei capitolini Simone Inzaghi nella consueta conferenza stampa della vigilia. Queste le sue parole: “Domani dovremo fare una gara importante. Dovremo essere concentrati e attenti. Affrontiamo una grandissima squadra, con dei campioni che possono risolverla da un momento all’altro. La Juventus ha vinto gli ultimi otto scudetti ed è l’unica imbattuta in Europa. In più saranno arrabbiati per l’ultimo mezzo passo falso“.

STADIO PIENO –Fa piacere trovare un Olimpico pieno di entusiasmo. Vorremo fare una grande gara. I ragazzi dovranno tirar fuori tutte le energie che hanno. Sarà una partita difficilissima, ma ce la giocheremo“.

SVOLTA –Sarà una gara importantissima contro i più forti d’Italia. Sarà una bellissima sfida, dove saranno decisivi gli episodi. Dovremo farli girare dalla nostra parte. Però serve equilibrio. Non possiamo dimenticare cosa si diceva trenta giorni fa. Basta un attimo per passare dalle stelle alle stalle. Io comunque ho grande entusiasmo“.

ACCOSTAMENTO ALLA JUVE –Fa piacere quando escono certe voci. In quel momento io dovevo pensare e riflettere. Non ho parlato con nessuno. Dovevo essere concentrato e convinto per ripartire alla Lazio nel migliore dei modi“.

SFIDA SCUDETTO –Noi dobbiamo sapere che nel calcio è questione di attimi. I giudizi possono cambiare nel giro di poche partite. Siamo contenti di essere così in alto in classifica ed è motivo di grande orgoglio che si parli di sfida scudetto“.

PJANIC  –Sarà un osservato speciale, ma come tutti gli altri. Negli ultimi anni è cresciuto tantissimo. Dovremo cercare di limitarlo e faremo il massimo per far sì che sia un osservato speciale dai nostri calciatori“.

AVVERSARIO –Nella Juventus si comincia a intravedere il lavoro di Sarri. Adesso ci sono tanti passaggi in più e la squadra è molto più corta rispetto ai tempi di Allegri“.

CAMBI –Manca ancora un po’ di tempo. Ora vedremo cosa succederà negli ultimi due allenamenti. Ho ancora qualche dubbio, ma anche qualche certezza. Spero che i giocatori possano arrivare nel miglior modo possibile. Caicedo? Sta molto bene. Per domani è un’opzione che sto considerando. Assenti? Non ci saranno Marusic. Patric, Lukaku e Berisha“.

SARRI –Mi fanno piacere le sue parole. Score negativo con lui? I tabù sono fatti per essere battuti e sfatati. Penso sia troppo tempo che non vinciamo con la Juventus in casa.”

Gianpiero Farina

Sardo d'origine, romano d'adozione. Il giornalismo, soprattutto sportivo, e la Lazio le mie più grandi passioni. Cresciuto tra il mare e il mito di Juan Sebastian Veron, ho deciso di trasferirmi nella Capitale per provare a trasformare i miei sogni in realtà.

Gianpiero Farina ha 1812 articoli e più. Guarda tutti gli articoli di Gianpiero Farina