fbpx

LE PAGELLE – Lazio-Udinese 3-0: Immobile incontenibile. Luis Alberto determinante

Strakosha S.V. Non mi ricordo parate di Strakosha. Giuro. Anzi si, forse una: quando interviene su Okaka, a tu per tu, al centro dell’area. Ma è fuorigioco. SPETTATORE

Luiz Felipe 6,5 Okaka prova a creargli qualche problema, ma non più di tanto. Regge bene quando l’Udinese prova ad essere un po’ più arrembante. EFFICACE

Acerbi 6,5 Dirige la difesa della Lazio con l’autorevolezza di sempre. Se Strakosha non viene mai impegnato è anche, e soprattuto, merito suo. INVALICABILE

Radu 6,5 Torna in campo dopo diverse settimane ed è autore di una prestazione diligente e preziosa. Sopratutto quando l’Udinese prova a spingere un po’ di più. POSITIVO

Lazzari 7,5 Chiamato in causa, oserei dire finalmente, molto più spesso del solito, fa letteralmente impazzire i suoi avversari con la sua corsa e i suoi scatti sulla fascia di competenza. Supporta i compagni in copertura e agevola le ripartenze. SPINA NEL FIANCO

Milinkovic-Savic 7,5 Il primo gol nasce da una sua percussione insistita in area avversaria. Gioca una partita di sostanza e qualità, aiutando tantissimo la difesa e supportando, quando è necessario, anche l’attacco biancoceleste. Inzaghi gli ha chiesto molto sacrificio rispetto alle stagioni passate e quest’oggi ha dato il meglio di se stesso. ISPIRATO

Leiva 7 Che giocatore. Un vero e proprio filtro a centrocampo, il punto di riferimento tra la difesa ed il reparto offensivo. Raddoppia su chiunque, morde le caviglie agli avversari e detta le ripartenze della sua squadra. E tutto questo nonostante non sia al meglio della condizione. Al 75′ esce per fare posto a Cataldi. FONDAMENTALE

Cataldi 6 Entra a partita ormai chiusa e svolge il suo compito in maniera diligente. FUTURO

Luis Alberto 8 Impegna fin da subito il portiere avversario con un calcio di punizione molto insidioso. Poi ricomincia a tessere trame leggiadre sul rettangolo di gioco, che sotto i suoi scarpini si trasforma in velluto di pregiatissima qualità. Immobile gli lascia tirare, giustamente, il secondo calcio di rigore assegnato dall’arbitro ai biancocelesti, e lui non fallisce l’occasione dal dischetto. All’80’ esce dal campo per fare posto ad Andrè Anderson. ARTISTA

Anderson 6 Voto sulla fiducia, nonostante i pochissimi minuti giocati, per questo calciatore dalle prospettive davvero molto interessanti, alla sua prima presenza in Serie A. ESORDIENTE

Lulic 6,5 Tanta corsa, come al suo solito. E tanto impegno. All’inizio del secondo tempo impegna Musso con un bel colpo di testa su cross di Lazzari. Esce al 65′, anche perché è diffidato, per fare posto a Jony. NAVIGATO

Jony 5,5 Continua, purtroppo, ad apparire impacciato. Soprattutto in fase difensiva. TIMIDO

Correa 7,5 Si procura i rigori del secondo e del terzo gol biancocelesti con azioni molto simili, entrando in area, fintando il tiro e inducendo il difensore avversario a falciarlo. Se solo evitasse di strafare, ogni tanto… AMMALIANTE

Immobile 8 Sempre lui, meravigliosamente lui. Otto gare consecutive con almeno una sua realizzazione. 22 reti in 20 presenze stagionali. 17 solo in campionato. Non penso ci sia molto altro da aggiungere per parlare del miglior attaccante italiano in circolazione. CECCHINO

Inzaghi 8 La sua Lazio continua a vincere e a convincere. Il terzo posto viene ulteriormente consolidato e la Juventus è distante solo 6 punti. E se la sua squadra gioca questo tipo di calcio, è solo e unicamente merito suo. DIRETTORE D’ORCHESTRA

Daniele Caroleo

Giornalista pubblicista. Tifoso della Lazio. Mi piace lo sport (con una particolare predilezione per il calcio), scrivere e fotografare.

Daniele Caroleo ha 785 articoli e più. Guarda tutti gli articoli di Daniele Caroleo

Avatar