fbpx
(Photo by Marco Rosi/Getty Images)

Primavera: Torino-Lazio termina 1 a 0: la vittoria nel Derby era solo un evento isolato?

Niente da fare per la Lazio di Menichini, che anche questa volta, Falbo a parte, non ha dimostrato nulla di particolarmente confortante o esaltante sul campo. Con la sconfitta di oggi, la Lazio, non solo perde posizioni importanti in classifica (rischiando ora di tornare in zona retrocessione viste le partite in meno di Sampdoria e Chievo) ma perde l’occasione di dare continuità ad un risultato che poteva essere importante a livello psicologico (quello del derby).

I biancocelesti ora saranno chiamati a portare a casa quantomeno un pareggio nella sfida di settimana prossima contro l’Inter, anche se una Lazio proveniente da 7 sconfitte in 8 partite, difficilmente potrà mettere alle corde la formazione di Armando Madonna. A meno che non metta in campo la tenacia vista nel derby, ma che certamente non si è vista oggi.

La partita

Inizia il match, ma sembra che in campo ci sia una sola squadra: il Torino. A parte un paio di occasioni sporche la Lazio non riesce mai a concretizzare nulla di particolarmente importante da poter impensierire gli avversari, che infatti tengono in mano il pallino del gioco, rendendosi più volte pericolosi e costringendo Furlanetto a fare gli straordinari. L’unico che manda qualche segnale di vita in mezzo al campo, è il solito Luca Falbo, oggi protagonista di una buona prestazione (anche sfortunata). Ma a parte lui, tutti sotto la sufficienza.

Inizia il secondo tempo, ma non cambia nulla nella trama del match: la Lazio soffre e il Torino cerca  insistentemente un gol, che arriva solo al 77′, grazie ad una dormita della difesa laziale, che permette a Singo di portare i granata avanti.

Neanche dopo il gol arriva una reazione, se non da una punizione, magistralmente calciata da Luca Falbo, che però si stampa sul palo. Il match termina cosi 1-0. Preoccupante, più del risultato, la mancanza di personalità di una Lazio che solo sette giorni fa, vinceva un derby con il cuore e con la grinta di una squadra, oggi, irriconoscibile.

Il tabellino

Lazio: Furlanetto; De Angelis, Armini, Kalaj, Petricca; Anderson, Bertini, Falbo; Shehu (57′ Czyz), Zilli, Moro (16′ Cerbara, 72′ Russo).

Torino: Lewis, Ghazoini, Celesia, Singo, Enrici, Michelotti, Adopo (80′ Garetto), Onisa, Rauti, Greco (70′ Tesio), Lucca.

Marcatori: 77′ Singo

Ammoniti: Rauti, Onisa, Celesia; Kalaj

Andrea Solazzi

Nato a Roma il 6 Luglio del 1998. Attualmente studente di filosofia e aspirante giornalista. Sono quell'amico che puoi svegliare nel cuore della notte per parlare del potenziale inespresso di Meghni.

Andrea Solazzi ha 198 articoli e più. Guarda tutti gli articoli di Andrea Solazzi

Avatar