fbpx

Lazio-Cluj, Inzaghi in conferenza: “Ci proveremo fino alla fine. Caicedo da valutare”

Vigilia di Europa in casa Lazio. I biancocelesti domani ospiteranno il Cluj. Residue le speranze di qualificazione per i capitolini, che sono obbligati a vincere. Ad analizzare il match contro i rumeni è stato l’allenatore Simone Inzaghi nella consueta conferenza della vigilia. Queste le sue parole: “Sappiamo che la nostra qualificazione è appesa a un filo. Fino a quando la matematica non ci condanna ci proveremo. Abbiamo compromesso la qualificazione per colpa nostra, ma anche fattori per esterni. Penso al rigore su Immobile con il Celtic. Quell’episodio avrebbe potuto indirizzare la partita e cambiare il nostro cammino”.

DUE FACCE –In campionato stiamo facendo bene fin dall’inizio e meritiamo il terzo posto. In Europa, per i valori visti in campo, avremmo dovuto passare il girone. Ci prendiamo comunque le nostre colpe. Non siam stati bravi a far girare gli episodi a nostro favore. Le scelte? Rifarei tutto quello che ho fatto. Con il mio staff abbiamo gestito bene le forze“.

PROBABILE FORMAZIONE –Oggi ho avuto delle risposte. Caicedo ha dei problemi alla caviglia e andrà valutato domani. Cercherò di mettere in campo una formazione competitiva, pensando anche al match di domenica. Parolo e Cataldi? Sicuramente giocheranno. Adekanye? Domani potrebbe trovare spazio. Strakosha? Ieri aveva l’influenza. Domani giocherà Proto. L’ho visto bene negli ultimi 15 giorni. Berisha? Sta bene. Vedremo se giocherà dall’inizio “.

PALLE INATTIVE –Ho letto delle critiche. Prendere gol da palla inattiva ci può stare. Secondo me dobbiamo essere più concentrati e attenti. Senza Parolo e Marusic perdiamo un po’ sotto questo punto di vista”.

Augusto Sciscione

Nato a ottobre del 1977 sotto il segno della bilancia. Laureato in Giurisprudenza esercita la professione di avvocato. Ama lo sport in generale, ma le sue grandi passioni sono la pallacanestro e la Lazio. La prima gara vissuta da spettatore allo Stadio Olimpico è stata Lazio-Taranto che terminò 3-1 e riporto la Lazio in Serie A. Ha vissuto gli anni d'oro della Lazio di Sven Goran Eriksson ed il giocatore a cui è rimasto più legato è il Cholo Simeone. Ama i cani ed al momento ne possiede uno di nome Gazza.

Augusto Sciscione ha 6043 articoli e più. Guarda tutti gli articoli di Augusto Sciscione