fbpx

Nessuno vuole essere Robin… ci pensa Caicedo

“In questo mondo di eroi, nessuno vuole essere Robin”. Cosi cantava Cesare Cremonini nel 2017 ed aveva maledettamente ragione. Essere Robin è un compito difficile, quasi una missione. Non tutti possono ricoprire questo ruolo: bisogna essere capaci di lavorare nel silenzio, sapendo che difficilmente il lavoro svolto verrà riconosciuto. A prendersi la gloria ci penseranno gli altri, ma chi svolge questo arduo compito deve continuare a combattere sapendo che prima o poi arriverà il proprio momento.

La Lazio di Inzaghi è piena di eroi in prima linea pronti a prendersi la gloria del popolo con le proprie giocate: Correa, Immobile, Luis Alberto… l’elenco è lungo, ma solo uno è disposto a faticare anche se trova poco spazio. Solo uno è disposto a lavorare per la squadra anche dalla panchina. Solo uno è disposto ad aiutare il gruppo in silenzio non lamentandosi mai.

Questo signore si chiama Felipe Caicedo. Ha accettato di buon grado il ruolo di attore coprotagonista, impegnandosi in ogni cosa che fa. Non sappiamo quanti altri avrebbero gradito questa carica. Il panterone, ogni qualvolta scende in campo, sgomita, suda e s’impegna senza sosta. Dalla panchina è il primo sostenitore dei compagni.

Più di una volta si è conquistato la scena e il favore del pubblico, facendo capire quanto sia fondamentale la sua presenza: lo scorso anno ha regalato punti cruciali, grazie ai goal contro Empoli e Frosinone, senza dimenticare che ha anche sbloccato il derby di ritorno. In questa stagione la sua presenza ha aiutato molto e nell’ultima gara contro il Sassuolo ha siglato al 91′ il goal della vittoria, fondamentale per il morale e per la classifica. La costanza e l’impegno pagano sempre.

A nessuno piace essere Robin: quasi sempre agisce nell’ombra, pronto a sacrificarsi per il bene collettivo. E’ uno sporco lavoro, ma qualcuno dovrà pur farlo. Nessuno vuole questo onere? Ci pensa la pantera nera allora, che finalmente si prende anche gli onori.

Oltre ai vari Batman, la Lazio si tiene stretta il suo fondamentale Robin: Felipe Caicedo.