fbpx
© Marco Iacobucci EPP / Shutterstock.com

Lazio, esperienza e talento: il giusto mix per la crescita complessiva del gruppo

Un mix perfetto tra giovani ed esperti, tra giocatori all’inizio della propria carriera e calciatori un po’ più avanti con l’età, m ancora in grado di dare il giusto apporto alla squadra. E’ il quadro che appare, in merito alla Lazio, secondo i dati riportati dal celebre portale Transfermarkt: la squadra biancoceleste, infatti, risulta essere la quindicesima squadra più giovane in Serie A, in base all’età media dei propri tesserati. In testa a questa speciale graduatoria troviamo il Milan, con un’età media pari a 23,9 anni. La compagine più anziana risulta essere, invece, quella della Juventus, con una media di 28,9. Il dato della formazione guidata da Simone Inzaghi si ferma a 27,9 anni di media.

Nel dettaglio, analizzando più compiutamente i dati messi a disposizione, si nota chiaramente come le squadre sostanzialmente più quotate del nostro torneo risultano essere anche quelle, in un certo senso, più esperte. A tal proposito, in questa classifica, troviamo la Roma all’ottavo posto, l’Inter al decimo ed il Napoli all’undicesimo. Subito dietro il Milan, invece, ci sono la Fiorentina, il Verona, il Brescia e l’Udinese. 

Le statistiche ci dicono quindi che l’esperienza risulta essere un fattore molto importante, caratteristico delle compagini che in campionato fanno più punti. E’ quindi giustissimo dare spazio ai giovani, ma a certi livelli, la piena consapevolezza di determinate dinamiche e la capacità di resistere alle pressioni può, senza ombra di dubbio, fare la differenza. E nella Lazio, dove la formula utilizzata, miscelando sapientemente i giocatori più talentuosi con quelli più esperti, ha comunque portato dei risultati positivi e ha fatto si che i giocatori più avanti con l’età diventassero dei veri e propri punti di riferimento, è facilmente riscontrabile il fatto che i cosiddetti senatori siano anche i trascinatori della squadra guidata da Simone Inzaghi.

Nella formazione titolare biancoceleste sono solo quattro i giocatori che hanno già superato la soglia dei 30 anni: Francesco Acerbi, leader indiscusso della difesa, Stefan Radu, il calciatore con più esperienza in assoluto nella Lazio, Senad Lulic, il capitano che ha anche acquisito la veste di leggenda dopo la finale del 26 maggio ed infine Lucas Leiva, l’ispiratore ed il regista della manovra biancoceleste. Nel pacchetto avanzato, Ciro Immobile compirà 30 anni il prossimo 20 febbraio, ed è l’uomo gol della squadra, il bomber capace di trascinare la sua compagine alla vittoria.

Ma, come detto, il giusto mix si è rivelato necessario, perché in una squadra vincente c’è anche bisogno della freschezza fisica e mentale dei giovani, oltre alla saggezza e all’equilibrio dei più anziani, per affrontare al meglio le varie fasi di una partita. Ed ecco quindi che la Lazio può annoverare l’estremo difensore Thomas Strakosha, che ha appena 24 anni ed è un titolare inamovibile, con già 106 presenze in Serie A: un giovane atleta, che ha dalla sua parte anche la freddezza ed il carattere tipici dei calciatori più maturi. C’è poi Sergej Milinkovic-Savic, che è un suo coetaneo ed è un fulgido talento, forse il più prezioso, di questa formazione. Senza dimenticare Manuel Lazzari e Correa, entrambi 25enni ed entrambi punti fermi della squadra. Oppure Luiz Felipe, appena 22enne, che sta comunque dimostrando una crescita costante ed importante.

Nella via di mezzo non si può non parlare di Luis Alberto, 27 anni, che è il fulcro del gioco biancoceleste nel pieno della carriera e al massimo del suo rendimento. Menzione a parte, infine, ma non per minore importanza, per Danilo Cataldi, che ha 25 anni, ed è l’elemento che sta letteralmente scalando le gerarchie all’interno della squadra, oltre ad essere cresciuto nel vivaio biancoceleste.

In sostanza, la Lazio è certamente attenta ai giovani, sta cercando di strutturare un settore all’avanguardia, ma cerca comunque di basare l’intero progetto su basi solide, fondamentali per la crescita complessiva del gruppo.

Daniele Caroleo

Giornalista pubblicista. Tifoso della Lazio. Mi piace lo sport (con una particolare predilezione per il calcio), scrivere e fotografare.

Daniele Caroleo ha 893 articoli e più. Guarda tutti gli articoli di Daniele Caroleo

Avatar