fbpx

Francesco Acerbi a segno in Bosnia-Italia: è il suo primo gol in azzurro

In occasione della partita di qualificazione ai prossimi Europei del 2020 tra la Bosnia e l’Italia, gli azzurri di Roberto Mancini hanno avuto la meglio su Dzeko e compagni per 3 a 0. La prima rete delle Nazionale è stata siglata dal difensore della Lazio, Francesco Acerbi, che segna così il suo primo gol con la maglia azzurra.

Il difensore biancoceleste, al 21′ del primo tempo, ha ricevuto palla al centro dell’area avversaria e dopo uno splendido dribbling ai danni di Pjanic, ha piazzato il pallone, a giro, sul palo più lontano. Un gol da vero e proprio trequartista, per altro segnato con il destro, che non è di certo il suo piede preferito.

La rete di Acerbi, la prima in Nazionale, arriva a suggello di una serie di prestazioni straordinarie, da vero leader al centro della difesa biancoceleste, che lo hanno riportato, dopo diversi anni, ad essere richiamato in azzurro e che gli hanno fatto scalare le gerarchie anche all’interno della selezione di Roberto Mancini, imponendosi, ormai, come una delle colonne della retroguardia dell’Italia.

“Sono felice”, ha semplicemente commentato sui social, qualche ora dopo, Acerbi, che subito dopo aver segnato è corso verso la panchina azzurra per abbracciare il suo compagno di squadra Ciro Immobile. Un gol importante, che ha proiettato, innanzitutto, la Nazionale verso la decima vittoria consecutiva (battendo quindi lo storico record di Vittorio Pozzo, fermo a 9 successi di seguito), e che giunge proprio nel giorno in cui anche le statistiche, se mai ce ne fosse stato bisogno, lo hanno incoronato come l’attuale miglior difensore della Serie A, inserendolo di diritto nella Top11 di Opta: unico a non essere mai stato superato con un dribbling in campionato e con la maggior percentuale di duelli vinti nella massima serie nostrana.

La favola di Acerbi, dunque, continua inarrestabile, e si arricchisce di un nuovo, meraviglioso capitolo. Indimenticabile per lui, così come per tutti i tifosi biancocelesti, che Ace ha saputo conquistare fin da subito con la sua immensa personalità, sia dentro che fuori dal campo, la sua innata simpatia e le sue indiscutibili doti da leader. Oltre che, ovviamente, per le sue eccellenti prestazioni sul rettangolo di gioco con la maglia della Lazio.

Daniele Caroleo

Giornalista pubblicista. Tifoso della Lazio. Mi piace lo sport (con una particolare predilezione per il calcio), scrivere e fotografare.

Daniele Caroleo ha 893 articoli e più. Guarda tutti gli articoli di Daniele Caroleo