fbpx

Lazio, parla Lotito: “Vivo ancora sotto scorta”

Il presidente della Lazio Claudio Lotito ha rilasciato una lunga intervista a ‘Libero’, dove ha toccato numerosi temi. Un argomento importante è stato quello del tifo organizzato: “Per combattere il tifo violento io vivo sotto scorta. Stiamo parlando di criminali, che fanno soldi con il calcio. Io ho sempre operato con una netta separazione tra il ruolo del Presidente e quello dei tifosi. Questi ultimi sono appassionati, che devono sostenere la squadra con il cuore nel rispetto delle regole. Il Presidente invece è custode del patrimonio storico e sportivo della società e non deve mai scendere a patti e compromessi“.

INIZIATIVE –Io sono stato il primo ad arginare i delinquenti, azzerando tutti i benefici: niente abbonamenti, biglietti gratis e basta con le trasferte pagate dalla Lazio. Da una parte questo mio comportamento ha consentito alla società di interrompere un connubio censurabile sotto tutti i punti di vista, dall’altra parte però ha acuito minacce e intimidazioni nei miei confronti”.

D’ANGELO –Ho voluto fortemente in società una figura professionale di altissimo livello come quella del Prefetto D’Angelo. Grazie ad una proficua collaborazione quotidiana siamo in grado di poter dar risposte immediate nei confronti di ogni iniziativa volta a della società“.

 

Gianpiero Farina

Sardo d'origine, romano d'adozione. Il giornalismo, soprattutto sportivo, e la Lazio le mie più grandi passioni. Cresciuto tra il mare e il mito di Juan Sebastian Veron, ho deciso di trasferirmi nella Capitale per provare a trasformare i miei sogni in realtà.

Gianpiero Farina ha 1812 articoli e più. Guarda tutti gli articoli di Gianpiero Farina