fbpx

TATTICAMENTE PARLANDO – Verso Lazio-Lecce: alla scoperta dell’avversario

La Lazio nella 12esima giornata della Serie A ospita il Lecce.
La squadra di Mr. Liverani arriva all’Olimpico dopo 4 pareggi (Milan, Juventus, Sampdoria e Sassuolo).
Nelle ultime gare, la squadra pugliese si è schierata con l’1-4-3-1-2. Una nota particolare sul sistema di gioco lo merita il reparto offensivo. Nella sfida con i biancocelesti, in base ai giocatori che verranno scelti i 3 più avanzati potrebbero essere 2 sottopunte (trequartisti) e 1 attaccante centrale.

PUNTI DI FORZA

In fase offensiva le situazioni che esaltano le qualità dei giocatori giallorossi sono:
Ripartenze
Conclusioni da fuori
Palle Inattive a favore
Le ripartenze leccesi generalmente nascono a ridosso della linea di centrocampo, zona in cui la pressione del Lecce è maggiore e l’intercetto ha successo.
La conclusione da fuori è tra le modalità più frequenti con cui termina l’azione d’attacco della squadra pugliese. Sono diversi i giocatori che ricercano questa giocata rendendosi sempre molto pericolosi.
Tra le palle inattive a favore una nota particolare la merita il calcio d’angolo. Generalmente sulla palla vanno in 2 ma in diverse occasioni entra in gioco anche un 3° uomo. La giocata a 3 presenta diverse variabili e da qui il Lecce può creare l’occasione da gol.

PUNTI DEBOLI

Contrapposizione
Linea difensiva
Il punto debole del Lecce potrebbe coincidere con la fase difensiva. In particolare la zona tra i 2 reparti (difesa e centrocampo) può rappresentare uno spazio molto pericoloso e su cui la Lazio può puntare.
Nel dettaglio: I 3 giocatori offensivi sono piuttosto vicini e generalmente sono orientati a coprire la zona centrale del campo. Le mezzali si occupano di contrastare l’appoggio e la trasmissione laterale e in molti casi non gli viene data copertura. Un pallone giocato alle loro spalle può diventare un passaggio chiave per poi determinare un’occasione da gol.
Un altro aspetto molto importante e su cui la Lazio può determinare è l’atteggiamento della linea difensiva giallorossa. A differenza di altre squadre la squadra di Mr. Liverani segue i principi della difesa a zona per quanto riguarda la linea difensiva. Partendo da questa considerazione il movimento fuori–linea, una tra le grandi abilità di Immobile, può essere devastante e proficuo per l’attacco biancoceleste.

Alessio Giordano

Sono un ragazzo romano di 18 anni, innamorato dello sport in generale, ma in particolar modo del calcio, con il sogno nel cassetto di lavorare un giorno come giornalista sportivo. Nonostante la mia giovane età, credo di aver anticipato nettamente i tempi. Attualmente infatti, collaboro per le seguenti testate giornalistiche: NoiBiancocelesti e SportPress24.

Alessio Giordano ha 170 articoli e più. Guarda tutti gli articoli di Alessio Giordano