fbpx

Emozioni all’Olimpico: Liverani sfida la “sua” Lazio

La Lazio ha rappresentato la mia casa per 5 anni e non potrò non avere un pizzico di emozione nel tornare all’Olimpico. Ma ora guido il Lecce e spero che la mia squadra sfoderi una bella prestazione”. Con queste parole, Fabio Liverani presenta il match di domani allo Stadio Olimpico contro la sua ex squadra.

La storia di Fabio Liverani in biancoceleste inizia nel 2001 quando, acquistato dal Perugia, entra a far parte della grande famiglia biancoceleste. L’inizio è stato tutt’altro che semplice: tifoso giallorosso, non riesce a conquistare l’affetto della tifoseria. Lo conquisterà a suon di magie e colpi da fuoriclasse, unitamente all’attaccamento dimostrato per la maglia. In biancoceleste colleziona 165 presenze e 10 reti complessive, vincendo l’unico trofeo importante della sua carriera: la Coppa Italia 2003/2004. Sua anche la fascia di capitano, portata con orgoglio fino alla stagione 2005/2006. L’idillio tra Liverani e la Lazio si rompe con l’arrivo di Claudio Lotito: complici alcune incomprensioni, il centrocampista lascia Roma per approdare a Firenze.

Uno dei ricordi più belli associati alla sua permanenza a Roma è quello legato al derby del 06/01/2005: lancio millimetrico di Fabio Liverani per Di Canio, che mette a segno uno dei gol più belli della storia dei derby capitolini. Il match terminerà 3-1 per i biancocelesti con Fabio che servirà anche l’assist per il secondo gol di Rocchi. Partita da annoverare nel bagaglio dei dolci ricordi per i tifosi laziali.

Domani tornerà allo Stadio Olimpico, ancora una volta da avversario. Ma questa volta siederà in panchina e guiderà la squadra salentina. Di fronte troverà il suo amico Simone Inzaghi, condottiero di una Lazio ferita ed arrabbiata. Reduce dalla brutta sconfitta in Europa League contro il Celtic, la Lazio scenderà in campo per riscattarsi e proseguire la scia positiva in Campionato prima di fermarsi per la sosta. Dal canto suo, Fabio Liverani ha svolto finora un ottimo lavoro alla guida dei giallorossi collezionando 10 punti in 11 partite, “forse qualcuno in meno rispetto quanto meritassimo”, ha commentato recentemente in un’intervista al CdS.

Nonostante il ritorno da avversario, il ricordo che ha lasciato tra i tifosi biancocelesti, lascia presagire un’accoglienza calorosa da parte del “suo” pubblico in quella che per molti anni è stata la sua casa.