fbpx

TATTICAMENTE PARLANDO – Analisi tecnico-tattica dei gol di Milan-Lazio

Ieri sera la Lazio ha superato 2-1 il Milan espugnando San Siro, sponda rossonera, dopo 30 anni. Ecco l’analisi tecnico-tattica delle tre reti della gara.

1° GOL – IMMOBILE

La Lazio passa in vantaggio sfruttando uno dei punti deboli del Milan: mancata copertura in fascia sinistra a causa della posizione alta di Hernandez.
Lo smarcamento preventivo di Immobile in fascia può far pensare che la Lazio abbia preparato e studiato questa situazione di gioco che il Milan spesso concede.
Sulla palla riconquistata dalla squadra biancoceleste il Milan non può coprire il campo. 6 giocatori sono fuori dalla zona palla. La transizione attiva laziale (passaggio da fase di difesa a fase di attacco) è devastante, così come si è visto contro la Fiorentina.
Luis Alberto si muove e riceve in zona di rifinitura, Lazzari si propone in fascia coprendo lo spazio che gli ha liberato Immobile ed il bomber biancoceleste si prende l’area di rigore.
Bennacer prova a contrastare senza successo il cross di Lazzari mentre i 3 difensori del Milan vanno a difesa della porta ma concedono troppo spazio a Immobile. Attacco al primo palo e 1 a 0 Lazio.

2° GOL – Autogol BASTOS

Il pareggio rossonero arriva a conclusione di una manovra prolungata in cui la Lazio resta comunque sempre in superiorità numerica. Nonostante ciò nessun giocatore biancoceleste riesce ad andare a contrasto. In particolare, la presa di posizione di Milinkovic Savic non è a difesa della porta e la palla di Hernandez riesce a passare.
Sull’assist del numero 19 rossonero Bastos si abbassa per coprire la profondità ma non vede il movimento di Piatek che si muove tra lui e Acerbi. Cerca di intervenire sulla traiettoria ma involontariamente devia il pallone verso la sua porta.

3° GOL – CORREA

Il gol vittoria è un altro capolavoro tattico. Il Milan è tutto nella metà campo laziale e, per eludere la pressione rossonera, Bastos appena riconquistato il pallone cerca una costruzione lunga.
Il pallone è destinato a Correa, il giocatore biancoceleste più avanzato, ma non riesce a vincere il duello aereo con Duarte. Sulla seconda palla arriva Luis Alberto che conduce la palla per poi servire lo smarcamento fuori linea di Correa. Controllo orientato in avanti e conclusione sul secondo palo. 2 a 1 Lazio.

Claudio Mele

Allenatore Uefa A (Coverciano 2017) e Video Analista (Coverciano 2013) Classe 1984, nato a Taranto - Laureato in Infermieristica. Dal 2001 nella figura di Istruttore ed allenatore in tutte le categorie provinciali, regionali e nazionali. Responsabile Tecnico del Settore Giovanile della Viterbese (2014/2015 - 2015/2016) Collaboratore tecnico nello Staff di Mr. Cornacchini, Mr. Pagliari, Mr. Nofri, Mr. Puccica, Mr. Sottili Vice Allenatore in Serie C di Mister Nofri (Viterbese 2017/2018) 3 Panchine in Serie C (Viterbese – Lupa Roma 1 a 0, Piacenza – Viterbese 0 a 1, Viterbese – Siena 1 a 3)

Claudio Mele ha 21 articoli e più. Guarda tutti gli articoli di Claudio Mele