fbpx
©bestino / Shutterstock.com

TATTICAMENTE PARLANDO – Analisi tecnico-tattica dei gol di Lazio-Torino

Ieri sera la Lazio ha superato 4-0 il Torino. Ecco l’analisi tecnico-tattica dei quattro gol della squadra biancoceleste.

1° GOL – ACERBI

La Lazio trova il vantaggio con un super gol di Acerbi. Il giocatore biancoceleste calcia da 30 metri immediatamente dopo il controllo. Questo dettaglio e il fatto che abbia calciato in porta, nonostante avesse ancora dello spazio libero davanti, può significare che il difensore laziale aveva premeditato la sua conclusione, magari, adottando la Tecnica della Visualizzazione. Questa è uno strumento sempre più utilizzato dai professionisti al fine di performare la propria prestazione. Dal punto di vista tattico, il tutto nasce da un cambio gioco da sinistra a destra, al fine di sfruttare la superiorità numerica creata in fascia da Milinkovic Savic e Marusic. Bravo Acerbi a leggere e sfruttare lo spazio sulla trequarti avversaria, situazione piuttosto rara per un difensore centrale.

2° GOL – IMMOBILE

Il raddoppio biancoceleste lo realizza Immobile al termine di una perfetta ripartenza. La pressione della Lazio è decisiva nella propria metà campo. I tre centrocampisti, con la collaborazione di Radu, che va in pressione su Zaza, riconquistano il pallone ai danni di un Torino sbilanciato in avanti. Luis Alberto trova subito la verticalizzazione per Immobile che, palla al piede, s’invola verso l’area di rigore avversaria, trovandosi a duello 1 contro 1 con N’Koulou.
L’attaccante è abile anche nella conclusione, sfruttando lo spazio che gli ha concesso sul primo palo il difensore granata. Con la postura del corpo infatti N’Koulou sembra voler invitare il suo avversario a portarsi la palla sul mancino. Il suo posizionamento però non è perfetto, non copre correttamente lo specchio della porta. Il primo palo è scoperto e il bomber laziale lo trova con una gran conclusione.

3° GOL – IMMOBILE

Immobile realizza la sua doppietta personale su calcio di rigore, calciando alla sinistra del portiere. Allo stesso modo aveva calciato 3 dei suoi 4 precedenti rigori.

4° GOL – AUTOGOL BELOTTI

Il quarto gol della Lazio è un autogol di Belotti, che devia nella propria porta il corner battuto da Luis Alberto.
Il Torino sul corner avversario si schiera a zona: due uomini sul corto, tra cui Belotti a copertura del primo palo, una linea da quattro e una seconda linea da tre.

Claudio Mele

Allenatore Uefa A (Coverciano 2017) e Video Analista (Coverciano 2013) Classe 1984, nato a Taranto - Laureato in Infermieristica. Dal 2001 nella figura di Istruttore ed allenatore in tutte le categorie provinciali, regionali e nazionali. Responsabile Tecnico del Settore Giovanile della Viterbese (2014/2015 - 2015/2016) Collaboratore tecnico nello Staff di Mr. Cornacchini, Mr. Pagliari, Mr. Nofri, Mr. Puccica, Mr. Sottili Vice Allenatore in Serie C di Mister Nofri (Viterbese 2017/2018) 3 Panchine in Serie C (Viterbese – Lupa Roma 1 a 0, Piacenza – Viterbese 0 a 1, Viterbese – Siena 1 a 3)

Claudio Mele ha 12 articoli e più. Guarda tutti gli articoli di Claudio Mele

Claudio Mele