fbpx
Marco Masini - Foto da Facebook

ESCLUSIVA, Marco Masini: “Devo a mio padre la passione per la Fiorentina. La Lazio può puntare all’Europa che conta”

È il giorno di Fiorentina-Lazio, giorno in cui i ragazzi di Simone Inzaghi sono chiamati a dimenticare la cocente sconfitta di Glasgow ed a tornare a Roma con i tre punti in tasca. Per la nostra rubrica ‘Il tifoso Vip’, la redazione di NoiBiancocelesti ha contattato in esclusiva Marco Masini. Il cantautore fiorentino è da sempre molto vicino alla società viola, tanto da essere considerato uno dei tifosi simbolo della società di Rocco Commisso.

Marco Masini, è risaputo come la musica e la Fiorentina siano tue due grandissime passioni. La prima la vivi da autentico protagonista, calcando i palchi di tutta Italia da oltre vent’anni, la seconda sugli spalti del Franchi, dove spesso ti si vede seguire le sorti della Viola. Come nascono?

“Entrambe le passioni le ho ereditate dai miei genitori; a mia madre devo l’amore per la musica mentre a mio padre quello per la Fiorentina.”

Domenica la Fiorentina ospiterà la Lazio di Simone Inzaghi. Come arrivano, secondo te, queste due squadre a questa importante sfida?

Arrivano entrambe consapevoli della propria forza. La Lazio è una squadra che ha cambiato poco e che ha un assetto tattico ormai collaudato, mentre la Fiorentina è una squadra che vola sulle ali dell’entusiasmo per un rinnovamento ed una ritrovata personalità.”

La Fiorentina, con l’arrivo di Commisso, ha investito moltissimo sul calciomercato, cambiando quasi totalmente fisionomia alla squadra e cambiando ovviamente anche le ambizioni. Dove può arrivare la squadra guidata da Montella?

“Commisso non ha fatto grossi investimenti secondo me, ha sicuramente rinnovato, ha puntato su alcuni svincolati di lusso ed ha confermato alcuni giovani molto interessanti provenienti dal vivaio. Dove potrà arrivare non so, sarà sicuramente un anno di transizione.”

La Lazio invece in sede di calciomercato ha preferito confermare lo zoccolo duro della squadra, facendo solo alcuni innesti. A cosa può puntare secondo te la squadra biancoceleste in questa stagione?

“La Lazio può puntare tranquillamente all’Europa e forse anche a quella che conta.” 

Calcio e musica, un connubio spesso vincente e coinvolgente. Nei tuoi lavori hai mai inteso unire le due cose, magari in uno dei testi delle tue numerose canzoni?

“No, lo faccio già per solidarietà con la nazionale italiana cantanti, nella quale svolgo il ruolo di direttore tecnico e allenatore in seconda.”

Ed ora invece a cosa stai lavorando, se si può sapere? C’è qualche progetto in ballo per l’immediato futuro?

“L’anno prossimo compirò trent’anni di carriera e sicuramente qualcosa a cui sto lavorando fotograferà questo meraviglioso compleanno.”

A cura di Daniele Caroleo e Micaela Monterosso

Share via
Copy link
Powered by Social Snap