Verso Fiorentina-Lazio, Simone Inzaghi in conferenza stampa: “A Firenze partita importante. Dobbiamo credere nelle nostre forze”

In vista del posticipo di domenica sera, in quel di Firenze, tra la Fiorentina e la Lazio, l’allenatore dei biancocelesti, Simone Inzaghi, è intervenuto quest’oggi, in conferenza stampa, presso il Centro Sportivo di Formello, per rispondere alle domande dei cronisti presenti.

CONCRETEZZA – “Siamo in un momento nel quale abbiamo offerto una delle migliori prestazioni, senza ottenere risultato. Dobbiamo continuare a credere in quello che facciamo perché non è da tutti giocare così bene in uno stadio molto importante. Avremmo meritato di più e torniamo dalla trasferta scozzese con zero punti. Dobbiamo recuperare in fretta perché domani ci attende una partita molto importante. È necessario continuare a lavorare credendo nelle nostre forze: partite come quella di Glasgow non devono più capitare, perché prestazioni simili devono essere capitalizzate.” 

FIORENTINA – “La sfida di Firenze è importante essendo contro una nostra diretta avversaria: le due formazioni che si affronteranno sono in un buon momento e vantano gli stessi punti in classifica. La città sarà al seguito della Viola con tanto entusiasmo, dovremo farci trovar pronti nei momenti importanti della partita. Inizialmente difendevamo bene, dobbiamo continuare a lavorare di squadra. In Scozia sono stati commessi errori individuali perché in prestazioni positive non si possono prendere reti che condizionano il cammino ed il morale. I ragazzi hanno speso molto al Celtic Park e dovrò valutare la loro condizione: per quanto visto in campo, avremmo meritato di più.”

FORMAZIONE – “Lucas Leiva ha svolto un’ottima prova a Glasgow come i suoi compagni. Non dobbiamo perdere fiducia nei nostri mezzi. Giovedì abbiamo proposto gioco offrendo un’ottima prova, soprattutto intelligente. Abbiamo giocato contro una formazione forte che aveva perso solo con il Valencia ed il Cluj, ma contro di loro avevamo sofferto poco. Abbiamo peccato di cinismo perché sono state costruite diverse occasioni clamorose per le quali avremmo voluto un esito diverso. Devo fare sempre delle valutazioni, se avessimo vinto non si sarebbe parlato dell’utilizzo di Immobile. Domani giocherà, devo scegliere il suo partner di reparto. Devo ancora valutare le condizioni dei miei ragazzi, qualche giocatore era stanco dopo l’incontro di giovedì. La formazione che schiererò dipenderà anche dai recuperi dei miei calciatori: con i turni infrasettimanali, le squadre che giocano in Europa League sono penalizzate. Basterebbe iniziare il campionato due settimane prima senza inserire i due turni infrasettimanali, in questo modo avremmo modo di recuperare meglio da queste partite europee giocando, ad esempio, di lunedì.”

LUIS ALBERTO – “Luis Alberto può giocare come mezz’ala ma anche come seconda punta. Quando giocava alle spalle di Immobile, Correa non era con noi e Caicedo non stava così bene. Lo spagnolo sta giocando molto bene a centrocampo raggiungendo traguardi importanti. Se dovesse servire in attacco, lo schiererò nuovamente come seconda punta. Montella sta plasmando la sua squadra, è riduttivo parlare di alcuni singoli. L’organico è stato costruito molto bene e la Fiorentina vanta anche un grande pubblico: ci servirà grande personalità, dovremo essere squadra dall’inizio alla fine della prestazione perché dei cali di concentrazione potremmo pagarli a caro prezzo”. 

Daniele Caroleo

Giornalista pubblicista. Tifoso della Lazio. Mi piace lo sport (con una particolare predilezione per il calcio), scrivere e fotografare.

Daniele Caroleo ha 854 articoli e più. Guarda tutti gli articoli di Daniele Caroleo

Avatar