fbpx

Celtic-Lazio, Neil Lennon: “Partita da Champions. Razzismo in Italia? C’è ovunque”

CONFERENZA NEIL LENNON CELTIC LAZIO – La Lazio riparte da Glasgow. In Europa League testa al Celtic: domani in Scozia andrà in scena un match che potrebbe essere fondamentale in ottica qualificazione. La classifica del girone pone i Celts davanti a tutti a quota 4 punti, seguono Lazio e Cluj a 3, fanalino di coda il Rennes a 1. Il tecnico dei biancoverdi Neil Lennon parla in conferenza stampa della gara e degli avversari prima della partita di domani al Celtic Park. Insieme a lui il centrocampista Ryan Christie.

 

Dal Celtic Park
Augusto Sciscione

 

NOI BIANCOCELESTI SEGUE LIVE LA CONFERENZA STAMPA DI LENNON 

 

La gara

“Non vedo l’ora, è una grande occasione per la nostra squadra. Dopo il weekend sono molto contento. La Lazio è un’ottima squadra, Immobile e Correa sono fantastici, poi ci sono Luis Alberto e Milinkovic che sono tra i migliori centrocampisti in europa. Sarà una partita aperta ma sono sicuro che noi faremo bene”.

Gara da Champions

“La Lazio sarà una bestia differente rispetto al campionato, è quasi una partita di Champions per noi, altro che Europa League. Il pareggio contro l’Atalanta? Questa partita dimostra che la Lazio ha una grande personalità, speriamo di colpirla nei punti deboli”.

La Lazio

“E’ una partita importante per il gruppo. Il Rennes è una buona squadra. Tutto può succedere, ma se non vinciamo non è la fine. La Lazio è una squadra intelligente, dobbiamo essere furbi perché giochiamo con il nostro ritmo e abbiamo i nostri tifosi. Ma il pericolo con squadre così c’è sempre”.

I risultati in Europa

“Parlano i risultati, abbiamo giocato bene in casa ed in trasferta. Abbiamo giocatori con esperienza in Europa e non solo, non siamo una squadra nuova. La Lazio ha una bella tradizione come società. Adesso vogliamo vincere questa partita e poi vediamo cosa succede. Vogliamo provare a qualficarci e faremo tutto il possibile”.

Ryan Christie

“Ryan Christie è fortissimo, abbiamo giocato bene però anche senza di lui. Scott Brown? Il nostro capitano e la sua esperienza è fondamentale. Lui è sempre in forma, ha giocato benissimo contro il ross county”.

I tifosi e il razzismo

“Oggi voglio che si celebrino due grandi squadre, c’è sempre una minoranza di tifosi che vogliono rovinare tutto. Il razzismo è un problema ovunque. Voglio proteggere i miei, qui si gioca per giocare. Hai ragione, i tifosi sono tutto nel calcio”.

Possibili rimonte

“Siamo a casa e a casa giochiamo il nostro gioco, ci fa bene. Non vogliamo che la Lazio diventi forte durante la nostra partita”.

Eduard

“spero che resti, ogni giorno leggo che molte squadre lo vogliono. Non possiamo fermare il suo progresso. Al momento è contento e spero dimostri la sua forza”.

 

Augusto Sciscione

Nato a ottobre del 1977 sotto il segno della bilancia. Laureato in Giurisprudenza esercita la professione di avvocato. Ama lo sport in generale, ma le sue grandi passioni sono la pallacanestro e la Lazio. La prima gara vissuta da spettatore allo Stadio Olimpico è stata Lazio-Taranto che terminò 3-1 e riporto la Lazio in Serie A. Ha vissuto gli anni d'oro della Lazio di Sven Goran Eriksson ed il giocatore a cui è rimasto più legato è il Cholo Simeone. Ama i cani ed al momento ne possiede uno di nome Gazza.

Augusto Sciscione ha 586 articoli e più. Guarda tutti gli articoli di Augusto Sciscione