fbpx

PRIMAVERA: Lazio-Atalanta termina 0-2, le pagelle di NoiBiancocelesti

Niente da fare per i ragazzi di Menichini, quella che si trovano difronte è una dea ineluttabile, che anche quest’oggi si impone e trova i tre punti. Vani i tentativi dei giovani capitolini, che nonostante qualche buona sortita offensiva, non sono mai riusciti ad impensierire realmente i neroazzurri, che grazie alle reti di Colley e Traorè portano a casa la quinta vittoria su cinque partite. Questi i voti delle giovani aquile:

Alia 7: salva la Lazio da una potenziale goleada, grazie ad interventi intelligenti e di spessore. Continua cosi la sua ascesa, con un’altra ottima prestazione.

Armini 6: soffre la qualità degli avversari, ma nonostante tutto non gli concede granché. Prezioso, come sempre, in fase di impostazione.

Kalaj 5,5: il mister lo prova centrale per cercare di annullare la strapotenza fisica dei bergamaschi, ma la sua opposizione non sempre risulta del tutto efficace.

Petricca 5,5: parte bene, recuperando più volte palloni importanti e facendo ripartire l’azione, ma alla fine soccombe alle qualità del tridente atalantino. Lascia Traorè libero di colpire in occasione del gol che sancisce la fine dei giochi.

De Angelis 5,5: qualche buona sortita in fase iniziale, ma poi, come i compagni di reparto, va in difficoltà in fase di ripiego.

Bianchi 5,5: una prestazione evanescente la sua, nulla di particolarmente degno di nota. Come il resto della squadra, soffre le ripartenze e la pressione dei neroazzurri, che non gli permette quasi mai di dar sfogo ad azioni di spessore.

Shehu 5,5: entra e si mette subito in mostra con un paio di giocate importanti, che sembrano quasi dare un barlume di speranza alla partita, ma è solo un lampo. Dopo qualche minuto sparisce anche lui e accetta passivamente l’andamento della partita.

Minala 6: una partita che oscilla costantemente tra il 7 e il 5, tra giocate eleganti e palle perse.

Falbo 6: uno dei migliori, anche se non al top. Spesso prezioso in fase di ripiego, prova disperatamente a creare qualche occasione importante in fase offensiva, ma alla fine deve arrendersi alla solidità della difesa orobica

Ndrecka 6: si rende pericoloso in un paio di occasioni che gli valgono la sufficienza, ma nel complesso anche lui, oggi, è decisamente meno brillante del solito.

Czyz 5: è fuori ruolo, e si vede. Non riesce mai ad impensierire la difesa avversaria, se non con un colpo di testa che però termina al lato della porta.

Shoti 5,5: difficile dare un voto alla sua prestazione. Entra e regala palla agli avversari, dopo di che non lo si vede più per il resto del match

Zilli 6: opaco in fase offensiva, ma la sua è più una partita di sacrificio. Lo si trova spesso a centrocampo, dove con caparbietà cerca più volte di rubare il pallone agli avversari in modo da far ripartire i compagni in velocità.

Russo 5,5: entra al posto di Zilli, ma non incide. Difficile fare bene in un momento del genere, ma qualcosina in più è lecito aspettarsela.

Andrea Solazzi

Nato a Roma il 6 Luglio del 1998. Attualmente studente di filosofia e aspirante giornalista. Sono quell'amico che puoi svegliare nel cuore della notte per parlare del potenziale inespresso di Meghni.

Andrea Solazzi ha 301 articoli e più. Guarda tutti gli articoli di Andrea Solazzi

Andrea Solazzi