fbpx

PRIMAVERA: Lazio-Empoli finisce 0-0, le pagelle di NoiBiancocelesti

Primo blackout stagionale per i ragazzi di Menichini, che non vanno oltre lo 0-0 nel match casalingo contro l’Empoli di Antonio Buscè. Una partita certamente dominata, non basta però per i giovani biancocelesti, che devono dunque accontentarsi di uno strettissimo pareggio.

Le pagelle

Alia 6,5: nel primo tempo è autore di due interventi importantissimi, che permettono alla Lazio di non andare sotto. Nella ripresa, invece, non viene praticamente mai chiamato in causa, grazie anche alle ottime prestazione dei vari Armini e Cipriano.

Kalaj 6,5: buona prestazione dell’albanese, che concede poco e nulla agli attaccanti avversari. Sfiora anche il gol con un’incornata da pochi metri. Oggi, però, la porta dell’Empoli sembra essere stregata, c’è poco da fare.

(59′) Franco 6: entra in un momento della partita in cui non gli viene chiesto di fare nulla di che. Si trova davanti un Empoli remissivo e senza idee in attacco, nonostante ciò le poche volte che viene chiamato in causa risponde comunque presente.

Armini 7: il solito Armini, Nessuna sbavatura e tanta sostanza per il reparto arretrato. Un muro invalicabile si erge davanti ai ragazzi di Buscè, un muro che a volte prende le sembianze del regista, e che imposta con sventagliate e lanci lunghi dalla precisione millimetrica.

Cipriano 6,5: continua con una buona prestazione la sua crescita nella Lazio, sembra migliorare di partita in partita.

DeAngelis 5,5: prestazione evanescente oggi. Si vede veramente troppo poco, non crea granché in fase offensiva, anche se tanto meno viene cercato dai propri compagni.

Czyz 6: fa della fisicità la propria arma in campo, crea spazi importanti e si inserisce spesso nell’area avversaria, senza però trovare spunti degni di nota.

(59′) Cesaroni 6: entra e cerca di dare il proprio apporto alla squadra, anche se non riesce ad essere del tutto incisivo. Prestazione senza infamia e senza lode la sua.

Minala 5,5: non il solito Joseph Minala quello di questa sera. Sbaglia spesso passaggi semplici mettendo in difficoltà i propri compagni, cosa che certamente non è da lui.

Falbo 6: nettamente sottotono rispetto al Falbo che tutti conosciamo. Ci si aspetta sicuramente molto di più da un giocatore con le sue doti tecniche e fisiche, anche se in realtà non gioca una cattiva partita nel complesso.

Cerbara 7: il migliore in campo per i biancocelesti. Svaria da destra a sinistra, creando indistintamente occasioni pericolose ed importanti, che però non vengono mai capitalizzate al meglio. Un’altra prestazione convincente per il centravanti classe 2001.

Nimmermeer 6: gioca per lo più spalle alla porta, con sponde e filtranti di buona caratura. Leggermente opaco in fase di finalizzazione, cosi come il resto della squadra d’altronde.

Andrea Solazzi

Nato a Roma il 6 Luglio del 1998. Attualmente studente di filosofia e aspirante giornalista. Sono quell'amico che puoi svegliare nel cuore della notte per parlare del potenziale inespresso di Meghni.

Andrea Solazzi ha 130 articoli e più. Guarda tutti gli articoli di Andrea Solazzi

Avatar

Lascia un commento

Share via
Copy link
Powered by Social Snap