fbpx

Inter-Lazio, Inzaghi: “Perso per colpe nostre”. E su Immobile e i cambi…

Una sconfitta di misura e che lascia un po’ di amaro in bocca. La Lazio cade a San Siro contro l’Inter capolista. Simone Inzaghi ha analizzato il ko a San Siro contro l’Inter nell’immediato post partita. Queste le parole dell’allenatore biancoceleste, rilasciato ai microfoni di ‘Sky Sport’: “Abbiamo fatto bene nel primo tempo. L’unico neo è stato non aver fatto gol. Non ricordo parate di Strakosha, mentre noi invece abbiamo avuto almeno quattro occasioni. Ho detto ai ragazzi che dobbiamo continuare su questa strada. Creare così tanto a San Siro è da grande squadra, però le grandi squadre devono anche sfruttare le occasioni. Negli ultimi minuti poi ci siamo allungati, abbiamo perso le distanze e concesso un po’. Dobbiamo comunque ripartire da qui.ù

SOSTITUZIONI – Se mi aspettavo di più dai cambi? Io penso che hanno fatto tutti una grande partita. Berisha, Leiva e Immobile hanno provato ad aiutare la squadra. Dovevamo avere lo stesso atteggiamento del primo tempo. Andiamo a casa con l’amaro in bocca, ma usciamo a testa alta anche se con 0 punti. Stiamo parlando dell’Inter, la squadra che è in testa al campionato. Di tutte le gare giocate dai nerazzurri, questa è l’unica che non meritavano di vincere. L’anno scorso abbiamo vinto due volte a San Siro, ma quest’anno non ci siamo riusciti per demeriti nostri”.

IMMOBILE – “Ciro in panchina? Era un piano tattico che avevo pensato. Non c’entra nulla quanto successo domenica. Caicedo ha fatto bene. Aveva un indolenzimento alla fine del primo tempo, altrimenti sarebbe rimasto in campo un po’ di più. Ciro si è battuto quando è entrato e domenica giocherà sicuramente. Non c’è nessun problema. Lui è un trascinatore e lo sarà per tutta la stagione. Ha anche fatto il discorso pre-gara alla squadra”.

Augusto Sciscione

Nato a ottobre del 1977 sotto il segno della bilancia. Laureato in Giurisprudenza esercita la professione di avvocato. Ama lo sport in generale, ma le sue grandi passioni sono la pallacanestro e la Lazio. La prima gara vissuta da spettatore allo Stadio Olimpico è stata Lazio-Taranto che terminò 3-1 e riporto la Lazio in Serie A. Ha vissuto gli anni d'oro della Lazio di Sven Goran Eriksson ed il giocatore a cui è rimasto più legato è il Cholo Simeone. Ama i cani ed al momento ne possiede uno di nome Gazza.

Augusto Sciscione ha 5198 articoli e più. Guarda tutti gli articoli di Augusto Sciscione