fbpx

Europa League: Cluj – Lazio, Inzaghi ha scelto la formazione

Tra poche ore ci sarà l’esordio in Europa League della Lazio e Mister Inzaghi sembra già aver sciolto i dubbi sulla formazione, viste le defezioni di Immobile, Luis Alberto e Radu che sono rimasti a Roma. Rispetto alla gara di Ferrara recupera il solo Luis Felipe che però dovrebbe accomodarsi in panchina. Se in attacco non ci sono dubbi sull’impiego dal primo minuto della coppia Caicedo-Correa con Adekanye pronto a subentrare a gara in corso, i dubbi maggiori si hanno a centrocampo dove regna l’abbondanza. Con il sicuro impiego di Leiva e Milinkovic potrebbe essere lanciato titolare Berisha, atteso alla stagione del riscatto dopo l’annata scorsa passata più in infermeria che sul campo da gioco. In ballottaggio c’è Cataldi che però sembra partire indietro nelle gerarchie anche perchè il tecnico lo vede più come vice Leiva che come mezzala. Sulla sinistra ci sarà l’impiego dal primo minuto di Jony viste anche le difficoltà fisiche di Lulic che contro la Spal ha giocato un ultima mezz’ora in evidente affanno. Sulla destra non ci sarà tournover e quindi è pronto Lazzari all’esordio nelle coppe europee vista l’indisponibilità di Marusic, squalificato dopo l’espulsione rimediata a Siviglia nel ritorno dei sedicesimi di finale della scorsa stagione. La difesa sarà invece composta dall’indistruttibile Acerbi supportato da Vavro a destra, anch’egli all’esordio dal primo minuto, e Bastos a sinistra. Impossibile che Inzaghi possa affidarsi di nuovo a Patric dopo le difficoltà viste nella gara di campionato, mentre Luis Felipe sarà impiegato solo in caso di emergenza per riproporlo poi in campionato domenica contro il Parma. In porta dovrebbe esserci Strakosha e questo potrebbe essere sintomatico della fiducia che Inzaghi ha nel secondo portiere Proto.

Sarà quindi una gara importante nella quale potremmo vedere tre dei nuovi arrivati contemporaneamente e dove si potrà valutare anche la qualità della rosa messa a disposizione dalla società. Occhi puntati quindi su Vavro e Jony, ma anche su Berisha che deve dare segni di ripresa e che potrebbe essere il valore aggiunto a centrocampo se tornasse quello ammirato a Salisburgo. Un esame da non sbagliare per non dover poi inseguire la qualificazione nelle prossime gare.

Il Cluj invece dovrebbe schierarsi con il classico 4-3-3 con il francese Omrani a guidare l’attacco della squadra di Petrescu che ha due gironi in più di riposo avendo giocato venerdì scorso in casa una gara decisa dopo pochi minuti da una doppia espulsione degli avversari e che quindi ha avuto tutta la settimana per preparare questa gara nei minimi particolari.

Fischio d’inizio fissato alle 18:55.

Probabili formazioni:

CLUJ (4-3-3): Arlauskis; Susic, Burka, Boli, Camora; Djokovic, Bordeianu, Paun; Deac, Traorè, Omrani. A disp.: Fernandez, Pascanu, Cestor, Luis Aurelio, Culio, Hoban, Rondon. All.: Petrescu.

LAZIO (3-5-2): Strakosha; Vavro, Acerbi, Bastos; Lazzari, Milinkovic, Leiva, Berisha, Jony; Correa, Caicedo. A disp.: Proto, Patric, Luiz Felipe, Cataldi, Parolo, Lulic, Adekanye. All.: Inzaghi.

ARBITRO: Stefanski (Polonia)
ASSISTENTI: Boniek e Golis
IV UOMO: Sylwestrzak

Augusto Sciscione

Nato a ottobre del 1977 sotto il segno della bilancia. Laureato in Giurisprudenza esercita la professione di avvocato. Ama lo sport in generale, ma le sue grandi passioni sono la pallacanestro e la Lazio. La prima gara vissuta da spettatore allo Stadio Olimpico è stata Lazio-Taranto che terminò 3-1 e riporto la Lazio in Serie A. Ha vissuto gli anni d'oro della Lazio di Sven Goran Eriksson ed il giocatore a cui è rimasto più legato è il Cholo Simeone. Ama i cani ed al momento ne possiede uno di nome Gazza.

Augusto Sciscione ha 1034 articoli e più. Guarda tutti gli articoli di Augusto Sciscione