fbpx

Spal-Lazio, Inzaghi in conferenza “Sarà una partita insidiosa. Turnover? Farò le mie considerazioni”

Si riparte. Dopo la pausa per le nazionali, ritorna il campionato di Serie A. La Lazio domani andrà a far visita a una Spal ancora ferma a zero punti, in un match che partirà alle ore 15. La trasferta di Ferrara può nascondere tante insidie. Ad analizzarle in conferenza stampa è stato l’allenatore dei biancocelesti Simone Inzaghi. Queste le sue parole: “Sarà una partita molto insidiosa e che lo scorso campionato ci è costata cara. Dovremo fare di più di quanto fatto la passata stagione. Troveremo una squadra pericolosa e da affrontare con il piglio giusto“.

SCORIE DERBY – “Ripensando al derby, io avrei voluto rigiocare subito. C’è ancora amarezza, ma comunque rimane la grande prestazione. Dobbiamo trasformare il tutto in carica agonistica“.

SCELTE –Quelli che in queste due settimane sono rimasti a Formello hanno lavorato bene. Per il resto hanno lavorato un po’ di più solo i due azzurri, Acerbi e Immobile. Gli altri li ho visti poco. Devo fare le mie scelte, pensando anche al fatto che affronteremmo sette partite in 21 giorni“.

INFERMERIA –Lukaku è pienamente recuperato, ma è leggermente affaticato e quindi ho preferito non convocarlo. Non ci saranno nemmeno Adekanye che Luiz Felipe. Faranno un lavoro a parte e dovranno essere pronti da lunedì“.

BERISHA –Ha fatto molto bene e sono contento per lui. Aveva un permesso concordato ed è tornato stamattina in buone condizioni. Io spero che possa darci una mano. Puntiamo molto su di lui“.

OBIETTIVI –Dobbiamo ragionare di partita in partita. Non è nelle nostre corde fare dei proclami. In questi anni abbiamo vinto dei trofei e ottenuto degli ottimi risultati. Non dobbiamo porci limiti e continuare a crescere. Ora pensiamo alla Spal“.

TURNOVER –Farò le mie considerazioni e valutazioni, tenendo conto delle condizioni e della stanchezza dei miei giocatori. Bisognerà cercare di sbagliare il meno possibile, sapendo che ci sarà spazio per tutti“.

AVVERSARIO –Affronteremo una squadre che ci ha sempre creato dei problemi. Dovremo fare molta attenzione, perché sono organizzati e ben messi in campo. Però dobbiamo pensare principalmente a noi“.

Gianpiero Farina

Sardo d'origine, romano d'adozione. Il giornalismo, soprattutto sportivo, e la Lazio le mie più grandi passioni. Cresciuto tra il mare e il mito di Juan Sebastian Veron, ho deciso di trasferirmi nella Capitale per provare a trasformare i miei sogni in realtà.

Gianpiero Farina ha 1812 articoli e più. Guarda tutti gli articoli di Gianpiero Farina