Sampdoria-Lazio: Buona la prima

Buona la prima! Questa è stata la prima considerazione che in molti abbiamo fatto dopo aver assistito alla prima partita della Lazio. La squadra di Inzaghi strapazza la Sampdoria del nuovo tecnico blucerchiato, ex Roma, Di Francesco. Una vera lezione di calcio che ha confermato la bontà dell’undici titolare. Una formazione decisamente all’altezza della lotta per un posto in Champions League.

Contemporaneamente alla vittoria biancoceleste, le rinnovate Milan e Roma hanno trovato le previste difficoltà dovute ai tanti cambi nella rosa delle due compagini. Per questo motivo la società capitolina avrebbe dovuto fare qualcosa di più in sede di campagna acquisti, proprio per far aumentare il gap nei confronti delle due rivali più accreditate, dai media nazionali. La possibilità ci sarebbe ancora di poter intervenire per migliorare la qualità degli uomini della panchina biancoceleste, che non sembra all’altezza, se non in 13 – 14 elementi.

Sicuramente il fatto che Milinkovic non sia stato ceduto per la mancanza di una offerta vicina ai 100 milioni e nessuno dei big abbia lasciato la Lazio ha permesso ad Inzaghi di poter lavorare con gli stessi uomini più Lazzari. L’esterno, ex Spal, era stato richiesto dal tecnico, già dalla scorsa stagione perchè in grado di migliorare la potenzialità offensiva della squadra, che ha negli esterni, una parte fondamentale del suo  3-5-2. Gli effetti della sintonia che c’è tra gli uomini di Inzaghi, si sono visti nella partita di Marassi. Milinkovic, Luis Alberto, Correa e Ciro Immobile, sembrano tornati ad essere in una forma psico fisica che gli permette di fare la differenza tra la Lazio della scorsa stagione e quella attuale.

Tre gol realizzati ed un numero impressionante di occasioni a conferma di una squadra molto più offensiva. Il baricentro della squadra è più alto in ogni reparto, difesa compresa. Questo ad evidenziare alcuni cambiamenti apportati nel gioco da parte del tecnico biancoceleste. Domenica prossima ci attenderà una partita dalle tante incognite, come ogni derby ci ha fatto vedere. Dove ogni pronostico è impossibile o viene spesso disatteso. La Lazio è pronta ad affrontarlo. Se poi dal mercato arrivasse qualcuno e non si fanno follie con la cessione di un big, i tifosi biancocelesti potranno vivere una stagione da ricordare.

Lascia un commento

Share via
Copy link
Powered by Social Snap