fbpx
La formazione della Lazio 18-11-2017 Roma Campionato Italiano Serie A Tim incontro AS Roma Vs SS Lazio allo stadio Olimpico di Roma. Match day AS Roma Vs SS Lazio at the Olimico Satium in Rome. @ Marco Rosi / Fotonotizia

Come giocherebbe oggi la nuova Lazio?

Ormai ci siamo quasi, domani verrà sorteggiato il calendario, e tra poco meno di un mese la Lazio comincerà il suo percorso in quello che potrebbe essere uno dei campionati più importanti degli ultimi anni. Il livello della qualità si è alzato, grazie ai nuovi innesti. Ad Inzaghi, ora, il compito di creare una formazione capace di dar battaglia da qui a Maggio. Ma come giocherebbe oggi la nuova Lazio?

Il modulo

3-5-2 confermato, almeno in queste prime uscite. Le caratteristiche dei nuovi acquisti, però, potrebbero permettere ad Inzaghi di optare per alcune varianti tattiche molto interessanti. Adekanye, Jony, Lazzari, tutti giocatori di carattere iper-offensivo. Viene quindi spontaneo immaginarsi una Lazio riadattata ai i vari 3-4-3. 3-4-2-1, o volendo anche 4-3-3. Quest’ultimo soprattutto potrebbe essere un modulo molto interessante da adottare a partita in corso. Un tridente Correa-immobile-Lazzari, metterebbe di certo in difficoltà qualsiasi difesa del campionato. Se poi supportato da un centrocampo formato da Luis Alberto Leiva e Milinkovic, beh, siamo certi che farebbe divertire tutti. Avversari esclusi. Nonostante ciò, il modulo prediletto resta il 3-5-2, almeno in fase di partenza.

La difesa

Tante novità in quello che è da anni il punto critico della Lazio, la difesa. Vavro è un giocatore molto interessante, in patria ha conquistato tutti, e dalle prime uscite sembra aver conquistato anche Inzaghi. Una presenza costante al fianco di Acerbi, pochi dubbi sulla sua titolarità. Un giocatore grintoso, bravo con i piedi e veloce. Sarà certamente un grande upgrade per la difesa della Lazio. Passando al centro-sinistra, invece, sembra ancora solida la posizione di Radu nella rosa. Vista l’età, però, non è scontato che il giovane Luiz-Felipe non possa venire adattato proprio in quel ruolo. Difficile tenere in panchina un giocatore con le sue qualità. Queste quindi le principali opzioni per la difesa della Lazio che verrà:

Vavro – Acerbi – Radu 60%

Vavro – Acerbi – Luiz Felipe 30%

Luiz Felipe – Acerbi – Radu 10%

Il centrocampo

Ora come ora, difficile riuscire a pronosticare il centrocampo della Lazio. La situazione Milinkovic getta non poche incognite sull’argomento. Ma finché è qui, è certo che un posto da titolare lo avrà anche lui. Stesso discorso per Luis Alberto, Lucas Leiva e il neoarrivato Manuel Lazzari. Il vero caso è quello sulla fascia sinistra. Jony è sicuramente un giocatore di qualità. Dribbling, corsa e tanti assist dallo spagnolo. Dall’altra parte invece, capitan Lulic, che si appresta a varcare la soia dei 34 anni. Difficile immaginarlo titolare per 38 partite. Secondo noi l’opzione più realistica è che il bosniaco seguirà Parolo nelle gerarchie, diventando un ottimo rincalzo a partita in corso.

Jony – Luis Alberto – Leiva – Milinkovic – Lazzari 65%

Lulic – Luis Alberto – Leiva – Milinkovic – Lazzari 35%

L’attacco

Troppo facile pronosticare il tandem che guiderà l’attacco della Lazio. Il duo Correa-Immobile è ormai una certezza di questa formazione. Qualche novità in panchina, invece. Adekanye ha portato a termine un ottimo ritiro, fornendo dribbling, assist e gol. Sicuramente un giocatore che potrà rivelarsi utilissimo a partita in corso, grazie alle sua velocita, alla sua tecnica, ma soprattutto grazie alla sua duttilità. Prima punta. seconda punta, esterno a destra, Adekanye può fare tutto, ma almeno nella prima parte di stagione, siamo quasi sicuri che lo farà partendo dalla panchina. Cosi come farà Felipe Caicedo, che nonostante il grande stato di forma, resta nettamente dietro a King Ciro nelle gerarchie di mister Inzaghi.

Correa – Immobile 100%

Ecco quindi quello che dovrebbe essere l’undici iniziale della Lazio che verrà (ovviamente salvo futuri colpi di mercato):

3-5-2: Strakosha – Vavro, Acerbi, Radu – Lazzari, Milinkovic, Leiva, Luis Alberto, Jony – Correa, Immobile.

 

 

 

Andrea Solazzi

Nato a Roma il 6 Luglio del 1998. Attualmente studente di filosofia e aspirante giornalista. Sono quell'amico che puoi svegliare nel cuore della notte per parlare del potenziale inespresso di Meghni.

Andrea Solazzi ha 301 articoli e più. Guarda tutti gli articoli di Andrea Solazzi