fbpx

Maestrelli, il ricordo di Miele e Regalia: “Era l’allenatore perfetto, pensava esclusivamente al suo lavoro”

Oggi ricorre l’anniversario della firma di Tommaso Maestrelli, che ha sancito l’inizio della sua storia alla guida della Lazio. Ricordato in mattinata dal club con un messaggio sui canali ufficiali della società, a Lazio Style Radio sono intervenuti l’ex difensore Renato Miele e l’ex Direttore Sportivo Carlo Regalia. Entrambi hanno voluto ricordare la figura di Tommaso Maestrelli negli anni della sua guida in biancoceleste:

REGALIA- “Tommaso Maestrelli lo conoscevo come persona, il suo modo di fare e come è arrivato al successo. Non era un uomo invadente, pensava esclusivamente al suo lavoro. Per questo non era preso in considerazione all’inizio. Ho sentito parlare di lui per la prima volta a Bari, aveva acquistato da poco Re Cecconi e lo portò con lui alla Lazio…”

MIELE- “Sono arrivato alla Lazio nel 1976 e per questo non ho conosciuto Tommaso Maestrelli, ma l’ambiente biancoceleste parlava solo ed esclusivamente di lui. Era l’allenatore perfetto per la figura che incarnava, era un punto di riferimento per tutti i calciatori sotto ogni punto di vista. Maestrelli era un leader e ricopriva il ruolo di tecnico a 360° all’interno della squadra.”

Augusto Sciscione

Nato a ottobre del 1977 sotto il segno della bilancia. Laureato in Giurisprudenza esercita la professione di avvocato. Ama lo sport in generale, ma le sue grandi passioni sono la pallacanestro e la Lazio. La prima gara vissuta da spettatore allo Stadio Olimpico è stata Lazio-Taranto che terminò 3-1 e riporto la Lazio in Serie A. Ha vissuto gli anni d'oro della Lazio di Sven Goran Eriksson ed il giocatore a cui è rimasto più legato è il Cholo Simeone. Ama i cani ed al momento ne possiede uno di nome Gazza.

Augusto Sciscione ha 5214 articoli e più. Guarda tutti gli articoli di Augusto Sciscione