fbpx

Luis Alberto: “Alla Lazio sono felice. Rinnovo? Non ne abbiamo parlato…”

Luis Alberto è uno dei protagonisti di queste prime giornate di calciomercato; dalle voci che lo volevano lontano da Roma ancora prima del termine del campionato (armadietto svuotato a Formello e partenza anticipata per Siviglia), alle voci di rinnovo sempre più insistenti delle ultime ore. Il centrocampista biancoceleste ha rilasciato alcune dichiarazioni ai microfoni di ‘ABC Sevilla’ in cui smentisce la notizia ma dichiara anche di essere felice in biancoceleste, confermando di fatto la sua volontà di restare. Queste le sue parole:

“Rinnovo?La società non mi ha comunicato nulla in questo senso. Ci fosse qualcosa di vero l’avrei già saputo. Non conosco i piani futuri del club. So che il mister mi adora, abbiamo parecchia affinità. È un grande allenatore e siamo sempre in contatto. Parla sempre bene di me. L’importante è essere felici e io sono felice. Mi sento stimato. Dopo tre stagioni a Roma sto bene. Ho superato l’adattamento il primo anno, i compagni mi hanno conosciuto. Il secondo anno è stato grandioso sotto ogni punto di vista. In questa ultima stagione, a causa di alcune circostanze, soprattutto gli infortuni, ho iniziato male. Però, sono molto contento per le mie ultime prestazioni. La pubalgia e la lesione all’adduttore mi hanno causato parecchio dolore. Dovevo giocare con le infiltrazioni. I primi mesi di campionato sono stati i peggiori, ho perso tante partite. Venivo da una stagione in cui avevo disputato 47 partite, senza perdermene nessuna o quasi. Io voglio sempre giocare. Dopo il rinnovo dello scorso anno, ho sottoscritto per altri tre anni in più con la Lazio, sono molto felice e questa è la cosa più importante. Si parla di tutto, ma nel calcio non sai mai dove potrai essere domani…”

Parla anche di Reyes, scomparso pochi giorni fa in un incidente stradale: “Era un amico che ti dava tutto. Allegro, super cordiale, sempre con quel sorriso sul viso. José voleva bene a tutti ed era amato da tutti. È un colpo tremendo per Siviglia e soprattutto per quelli che sono cresciuti nel club. È una perdita molto dolorosa. Non lo dimenticheremo mai”

Augusto Sciscione

Nato a ottobre del 1977 sotto il segno della bilancia. Laureato in Giurisprudenza esercita la professione di avvocato. Ama lo sport in generale, ma le sue grandi passioni sono la pallacanestro e la Lazio. La prima gara vissuta da spettatore allo Stadio Olimpico è stata Lazio-Taranto che terminò 3-1 e riporto la Lazio in Serie A. Ha vissuto gli anni d'oro della Lazio di Sven Goran Eriksson ed il giocatore a cui è rimasto più legato è il Cholo Simeone. Ama i cani ed al momento ne possiede uno di nome Gazza.

Augusto Sciscione ha 5243 articoli e più. Guarda tutti gli articoli di Augusto Sciscione