fbpx
NAPLES, ROMA - FEBRUARY 10: SS Lazio head coach Simone Inzaghi before the serie A match between SSC Napoli and SS Lazio at Stadio San Paolo on February 10, 2018 in Naples, Italy. (Photo by Marco Rosi/Getty Images)

Lazio, Inzaghi: “In questi tre anni ci siamo giocati tutto fino alla fine. Tifosi? Sono il mio orgoglio”

Il tecnico biancoceleste, come annunciato ieri, è intervenuto ai microfoni di Lazio Style Channel per presentare la sfida di domani contro il Torino, ultima giornata di campionato, ma anche per tracciare un bilancio della stagione e, più in generale dei suoi tre anni alla guida della Lazio.  Queste le sue parole:

TORINO- “Abbiamo l’ultima partita da giocare nel migliore dei modi, andremo a Torino per chiudere la stagione al meglio sapendo che troveremo una squadra che ha fatto molto bene; ha totalizzato 60 punti, è in un’ottima posizione di classifica e quindi dovremo essere pronti a fare la partita giusta.”

BILANCIO- “In questi tre anni siamo arrivati a giocarci sempre tutto, sappiamo che il campionato italiano non è semplice. Il primo anno abbiamo raggiunto l’Europa League con largo anticipo e abbiamo giocato la finale di Coppa Italia. Il secondo abbiamo vinto la Supercoppa e poi abbiamo perso la Champions negli ultimi 15 minuti ed è una cosa che abbiamo analizzato: le colpe sono state un po’ le nostre e un po’ di fattori esterni, inoltre abbiamo fatto un’ottima cavalcata in Europa League arrivando ai quarti di finale. Il terzo anno probabilmente in campionato avremmo dovuto fare qualche punto in più, punti che abbiamo perso anche a causa dei tanti infortuni; anche le altre squadre hanno fatto meno bene rispetto all’anno precedente perchè il campionato si è livellato verso l’alto, poi abbiamo la Coppa Italia davanti ai nostri tifosi, penso sia stato un anno magico dove c’è mancato qualche punto in campionato ma comunque in questi tre anni ci siamo giocati sempre tutto fino all’ultimo. Grazie a questi ragazzi che hanno fatto sempre ottime stagioni.”

TIFOSI- “La mia più grande soddisfazione in questi tre anni è aver riportato, insieme ai miei ragazzi e alla società, tantissima gente allo stadio: siamo un corpo unico ed abbiamo visto in questi tre anni che quando siamo tutti insieme possiamo fare anche cose incredibili. È motivo di grande orgoglio per me, vedere tutta questa gente, specialmente la settimana successiva al derby e alla vittoria della Coppa Italia, due anni fa dopo la Supercoppa è bellissimo. Per me vivere giornate come ieri, anche se era solo un’amichevole, e vedere Formello pieno è motivo di grandissimo orgoglio.”

FORMAZIONE- “Qualche nuovo esordio? Vedremo. Armini è stato molto bravo, è un ragazzo con grande personalità ma deve crescere perchè è comunque giovanissimo e solo giocando determinate partite il suo percorso di crescita può aumentare. Domenica porteremo tanti ragazzi a Torino: penso a Capanni, ad Abukar, a Zitelli poi vedremo anche come si metterà la partita, in base alle esigenze però sono ragazzi che hanno meritato queste presenze sia in panchina che in campo perchè reduci da un’ottima stagione con Bonacina.”

CAMPIONATO- “Mi aspettavo che il campionato sarebbe rimasto aperto fino all’ultimo, lo avevo detto. Ora vedremo cosa succederà in zona salvezza ed in zona champions. Il nostro è un campionato aperto, bellissimo ed emozionante come del resto era stato negli ultimi anni”

Micaela Monterosso

Social Media Manager appassionata di calcio, musica e scrittura. Cresciuta con il mito di Beppe Signori e Sinisa Mihajlovic all'ombra dell'Alberone, fino a quando non è crollato. Oggi vivo in Valdichiana, senza miti e con tanti alberi.

Micaela Monterosso ha 754 articoli e più. Guarda tutti gli articoli di Micaela Monterosso

Avatar

Lascia un commento

Share via
Copy link
Powered by Social Snap