fbpx

Inzaghi si riprende la Lazio. Ora Simone vuole garanzie

Tutto cambia. A volte basta davvero poco per ribaltare la situazione. Questo è ciò che è successo in casa Lazio. Con la vittoria in Coppa Italia infatti Simone Inzaghi si è ripreso la scena. Un trofeo che rappresenta il suo riscatto e la risposta alle tante critiche che gli sono piovute addosso nell’ultimo periodo. E ora? Difficile dirlo. Il futuro è, quantomeno al momento, complicato da capire, anche perché l’allenatore dei biancocelesti per restare vorrebbe determinate garanzie. “Non c’è nulla di scontato“, ha detto lui stesso nel post-partita di mercoledì.

INCONTRO A FINE STAGIONE – Lotito, come ricordato dall’edizione odierna de ‘Il Messaggero’, aveva dato il suo ultimatum, chiedendo la vittoria in Coppa Italia. L’obiettivo è stato raggiunto, per quanto il presidente rimanga fortemente convinto del fatto che questa squadra avrebbe meritato un’altra posizione di classifica in campionato. E potrebbe essere proprio l’oggetto del contendere nel tanto atteso incontro fissato a fine stagione. Inzaghi ha più volte ribadito quanto sarebbe stato difficile centrare il quarto posto con delle concorrenti che, nel mercato estivo, si erano rinforzate. Ed ecco che, la tanto discusso telefonata di fine agosto con quel “Te stai sempre a lamentà“, è diventata il simbolo di un’annata in cui il buon Simone è diventato una sorta di capro espiatorio. Ma la vittoria di mercoledì ha riconsegnato all’allenatore biancoceleste il futuro. Ora potrebbe essere lui a chiedere garanzie, soprattutto in sede di mercato, partendo anche da un contratto in scadenza nel 2020. La pace non è impossibile e mercoledì ci sarebbero stati i primi segnali, con un patron affettuoso con quello che ha più volte definito il suo figlioccio. Un figlioccio che però, in questa stagione, si è tante volte sentito tradito dal suo padrino. Ma tutto potrebbe essere messo da parte. Per amore della Lazio. E grazie a una Coppa alzata al cielo.

 

Augusto Sciscione

Nato a ottobre del 1977 sotto il segno della bilancia. Laureato in Giurisprudenza esercita la professione di avvocato. Ama lo sport in generale, ma le sue grandi passioni sono la pallacanestro e la Lazio. La prima gara vissuta da spettatore allo Stadio Olimpico è stata Lazio-Taranto che terminò 3-1 e riporto la Lazio in Serie A. Ha vissuto gli anni d'oro della Lazio di Sven Goran Eriksson ed il giocatore a cui è rimasto più legato è il Cholo Simeone. Ama i cani ed al momento ne possiede uno di nome Gazza.

Augusto Sciscione ha 5729 articoli e più. Guarda tutti gli articoli di Augusto Sciscione