fbpx

Coppa Italia: le parole di Simone Inzaghi e Senad Lulic nella conferenza della vigilia

Ci siamo! Il tic tac delle lancette dell’orologio con il passar delle ore inizia a confondersi ed a sincronizzarsi con il battito del cuore, le emozioni si accavallano, l’adrenalina cresce in maniera esponenziale, la voglia di sentirsi la cornice sugli spalti dello stadio Olimpico è irrefrenabile. Siamo alla vigilia, è il momento delle conferenze stampa dei protagonisti di entrambe le squadre: nella pancia dell’impianto sportivo che ospiterà la finale, tocca al mister biancoceleste Simone Inzaghi e al capitano Senad Lulic presentare la grande sfida.

Le parole del capitano biancoceleste:

ATALANTA IN CAMPIONATO – “Nella gara di 10 giorni fa abbiamo capito i nostri errori, cercheremo di non farli domani in finale. Ti serve la testa e la fisicità. Domani vediamo chi avrà più voglia di vincere questa partita. Abbiamo fatto una buona partita a Cagliari ma non perfetta. Per battere l’Atalanta ci serve qualcosa di più”.

26 MAGGIO – “Io spero che qualcun altro diventi come me. Per vincere le partite qualcuno deve segnare, domani basta che la vinciamo”.

MOMENTO LAZIO – “La squadra arriva bene, abbiamo giocato bene a Cagliari su un campo non semplice, vincendo meritatamente. Domani sarà importante, partita secca: ci siamo incontrati 10 giorni fa con l’Atalanta, sarà un bel match dove voglio vedere una Lazio unita e compatta senza cali di tensione o individuali”.

Prende la parola mister Simone Inzaghi:

FINALE – “E’ una partita importantissima, giocata nel nostro stadio davanti ai nostri tifosi. Abbiamo tanti giocatori in rosa che hanno giocato questo tipo di partite. Dovremo essere lucidi e consapevoli della nostra forza. Abbiamo nel nostro DNA questo tipo di match”

Europa – “Per andare in europa abbiamo più strade, questa è la più semplice e breve. La nostra testa è solo a domani sera. Queste due squadre hanno fatto una grande cavalcata, all’inizio non erano favorite per la Finale e invece sono qui. Domani in 90 minuti una prevalerà sull’altra, speriamo sia la Lazio. Vogliamo questa coppa davanti ai nostri tifosi, è stata una cavalcata entusiasmante”.

SU BANTI – “Mi soddisfa la sua scelta, se l’è meritata sul campo. Dopo tanti anni di Serie A da giocatore prima e allenatore poi è normale che abbia precedenti non tutti positivi con lui. E’ tra i migliori arbitri che abbiamo, una designazione meritata”.

L’AVVERSARIO – “Quest’anno abbiamo perso 2 volte su 2, gli altri anni avevamo vinto noi. La partita di due settimane fa ci ha insegnato tante cose. Loro stanno facendo cose straordinarie, guidati da un grande allenatore. Sono sereno e fiducioso, i ragazzi stanno lavorando nel migliore dei modi. Partita lunga, secca, forse non basteranno 90 minuti ma i ragazzi sono pronti a tutto”.

IMMOBILE – “Immobile ha le stesse chance di giocare di Correa e Caicedo. Ho tre attaccanti che stanno facendo bene, poi qualcuno inizialmente siederà in panchina. Indipendentemente da questo ci sono altri ballottaggi: la differenza la farà l’unità di intenti, sapendo che si potrà partire dalla panchina ma ognuno sarà importante lo stesso”.

GASPERINI  – “Gasperini è un ottimo allenatore, ha dato fisionomia alla sua squadra, mi sono ispirato a lui e agli allenatori che ho avuto in carriera, poi ci ho nesso del mio”.

Inzaghi e la Lazio – “Non si decide Con la gara di coppa il futuro di Inzaghi, si deciderà a fine campionato con un confronto tra me e la società. Vedremo cosa succederà ora non è il momento di parlarne”.

Lascia un commento