fbpx

Lazio, senti Rocchi: “Un onore aver vinto la Coppa Italia”. E sulla finale…

L’ex attaccante biancoceleste e attuale allenatore dell’Under 14 Tommaso Rocchi, nominato ambasciatore per la finale, ha detto la sua su Atalanta-Lazio. Queste le sue parole, rilasciate ai microfoni di ‘Lazio Style Channel’: “Mi auguro che in questa finale vada tutto per il meglio. Contro il Cagliari ho siglato la mia 100esima rete con la Lazio, mentre la Coppa Italia per me fu un grande onore, dato che era il mio primo titolo. L’ho conquistata nel 2009. Questa coppa nazionale sta acquistando sempre più importanza e aver avuto il privilegio di vincerla ai tempi che vestivo la casacca biancoceleste è stata una vera soddisfazione”.

FINALE – “In una partita secca bisogna essere bravi a gestire la situazione che si crea in campo in quel momento. La gara è caratterizzata da episodi. Servirà attenzione e concentrazione, sfruttando al massimo tutte le situazioni che si creeranno a proprio favore. Solo così si può vincere una finale. Sarà una bella partita quella fra Lazio e Atalanta, due grandi squadre che si affronteranno per un trofeo. Il mio ruolo? Il centravanti non deve pensare al gol come un’ossessione, altrimenti diventa un peso troppo grande a livello di prestazione. Bisogna ragionare solo in base al bene della squadra e per il collettivo. Solo così si arriva all’obiettivo finale”.

OBIETTIVI – “Mi piace, a distanza di anni, pormi in una nuova veste come quella di allenatore. Quest’anno sta andando tutto bene e mi sono accorto nel tempo che sono felice e soddisfatto del percorso che ho intrapreso. Affrontare questa carriera con i giovani ti dà molto sia a livello pratico che nei rapporti interpersonali. Lo spirito deve sempre essere quello di dare il massimo per ottenere il 100%, in qualsiasi sfida ed incontro, ponendosi obiettivi sempre più ambiziosi”.

Augusto Sciscione

Nato a ottobre del 1977 sotto il segno della bilancia. Laureato in Giurisprudenza esercita la professione di avvocato. Ama lo sport in generale, ma le sue grandi passioni sono la pallacanestro e la Lazio. La prima gara vissuta da spettatore allo Stadio Olimpico è stata Lazio-Taranto che terminò 3-1 e riporto la Lazio in Serie A. Ha vissuto gli anni d'oro della Lazio di Sven Goran Eriksson ed il giocatore a cui è rimasto più legato è il Cholo Simeone. Ama i cani ed al momento ne possiede uno di nome Gazza.

Augusto Sciscione ha 5198 articoli e più. Guarda tutti gli articoli di Augusto Sciscione