fbpx

Inzaghi, futuro sempre più incerto: tre squadre su di lui

Una finale che può valere una stagione. E anche una conferma in panchina. La sfida del 15 maggio contro l’Atalanta sarà decisiva per il futuro di Simone Inzaghi. E se l’allenatore della Lazio dovesse lasciare la Capitale entrerebbe anche lui in un vero e proprio valzer di panchine che vede coinvolte numerose squadre di Serie A. Secondo quanto riportato da ‘La Gazzetta dello Sport’, sul mister piacentino ci sarebbero tre squadre: Juventus, Milan e Atalanta.

JUVENTUS – L’attuale tecnico dei biancocelesti potrebbe rappresentare per i bianconeri un sorta di vero e proprio piano di emergenza. Simone ha infatti un ottimo rapporto con Paratici e potrebbe essere una soluzione nel caso in cui altre situazioni non dovessero sbloccarsi.

MILAN – In casa rossonera tutto è molto complicato. L’addio di Gattuso sembra cosa certa ed ecco che la dirigenza meneghina sta valutando alcuni profili. A Leonardo piace Inzaghi. E questa è cosa fin troppa nota. La sua candidatura è quindi da tenere in assoluta considerazione, assieme a quella di Eusebio Di Francesco.

ATALANTA – Quella bergamasca sarebbe senza alcun dubbio la destinazione più affascinante, soprattutto per il progetto degli orobici. La permanenza di Gasperini, nonostante il grande campionato, non è cosa certa, soprattutto per le tante corteggiatrici. Ed ecco che l’attuale tecnico della Lazio potrebbe essere il profilo adatto, vista la sua esperienza nel gestire il doppio impegno, per sostituirlo. Magari con tanto di Champions da giocarsi.

LAZIO – Per ora ovviamente si tratta solo di voci e di indiscrezioni. Lotito, al momento, attende l’esito della finale. In caso di addio di Inzaghi i nomi più caldi potrebbero essere quelli di De Zerbi, che si è dichiarato pronto per una big, e di Mihajlovic, che non ha mai nascosto il sogno di allenare la Lazio. Tutto però è rimandato a dopo il 15 maggio. Perché un trofeo può cambiare il destino.

Augusto Sciscione

Nato a ottobre del 1977 sotto il segno della bilancia. Laureato in Giurisprudenza esercita la professione di avvocato. Ama lo sport in generale, ma le sue grandi passioni sono la pallacanestro e la Lazio. La prima gara vissuta da spettatore allo Stadio Olimpico è stata Lazio-Taranto che terminò 3-1 e riporto la Lazio in Serie A. Ha vissuto gli anni d'oro della Lazio di Sven Goran Eriksson ed il giocatore a cui è rimasto più legato è il Cholo Simeone. Ama i cani ed al momento ne possiede uno di nome Gazza.

Augusto Sciscione ha 5243 articoli e più. Guarda tutti gli articoli di Augusto Sciscione