fbpx

Assemblea delle Leghe Europee, parla Lotito: “Non possono essere venti club a decidere per tutti, serve uguaglianza”

Il presidente biancoceleste Claudio Lotito, è intervenuto ieri durante l’Assemblea delle Leghe Europee che si è svolta a Madrid. Queste le sue dichiarazioni:

“È finito il tempo dei servi della gleba: qui non c’è un problema di contrapposizione sul piano personale ma su quello che deve essere il futuro e la regia del calcio europeo. Il calcio non è solo business, ma devono essere salvaguardate tutte le componenti che concorrono ad alimentare questo sistema, costituito non solo dalle società e dai tifosi, i quali rinunciano ad un paio di scarpe per andare a vedere la loro squadra del cuore. Bisogna realizzare una cabina di regia tra club e Leghe per dialogare con la UEFA, perché le decisioni non possono essere calate dall’alto, ma vanno condivise con tutti gli attori. C’è un problema di rappresentanza: le Leghe sono gli unici organi deputati a programmare e riformare il sistema calcio, i soli organi dove sono rappresentate tutte le componenti del calcio, con grandi, medie e piccole, e non l’ECA. Oggi è finito il tempo dei servi della gleba, dei vassalli e dei valvassori. Esiste pari dignità, i voti non si pesano e chi partecipa al tavolo deve avere la rappresentanza vera delle società. Non possono essere venti club a decidere il futuro di tutti. La solidarietà non può essere utilizzata sic et simpliciter ma come crescita del sistema. Deve essere creata una cabina di regia tra le leghe dove il rappresentante non sia solo istituzionale, ma delegata direttamente dai club”.

Micaela Monterosso

Social Media Manager appassionata di calcio, musica e scrittura. Cresciuta con il mito di Beppe Signori e Sinisa Mihajlovic all'ombra dell'Alberone, fino a quando non è crollato. Oggi vivo in Valdichiana, senza miti e con tanti alberi.

Micaela Monterosso ha 756 articoli e più. Guarda tutti gli articoli di Micaela Monterosso

Avatar

Lascia un commento