fbpx

Lazio, parla Lotito: “Io tirchio e romanista? Due leggende metropolitane” E su Milinkovic e Inzaghi…

Il presidente della Lazio Claudio Lotito è tornato a parlare in una lunga intervista rilasciata a ‘Il Tempo’, dove ha toccato numerosi temi. Queste le sue parole: “Io tirchio? Sorrido quando dicono che spendo poco sul mercato. Ho la maggioranza assoluta della società, ma essendo quotata in Borsa, devo tutelare gli interessi dei piccoli investitori. È una leggenda metropolitana il fatto che io sia tirchio. A smentire ciò sono i fatti. La Lazio ogni anno spende tantissimi soldi, come dimostrato dai dati del bilancio. Patrimonializza e fortifica, pensando al futuro. Milinkovic? Non mi pento di non averlo venduto. Senza dubbio economicamente sarebbe stato un grande affare. Avevo però promesso al mio allenatore che lo avrei tenuto. Il calcio comunque non è solo business. L’ho fatto anche per evitare di creare un disagio psicologico ai tifosi“.

PRESUNTA FEDE GIALLOROSSA –Io romanista? Un’altra leggenda metropolitana. Tutto nasce dal fatto che ho sposato la figlia di Gianni Mezzaroma, noto tifoso giallorosso e comproprietario della Roma con Franco Sensi. Tutto qui. In realtà però mio suocero, grazie a mio figlio che è laziale, è diventato laziale pure lui. Sì è convertito e viene a vedere le partite della Lazio.”

OBIETTIVI E FUTURO DI INZAGHI –Le considerazioni si fanno a fine stagione. Tutto è ancora alla portata. Sulla base di dove arriveremo si penserà al domani. Questa squadra ha grandi potenzialità e deve saperle rispettare. Inzaghi? Ha un contratto e nessuno, io per primo, l’ha messo in discussione. La lite? Io non faccio ramanzine, ma valuto e do consigli, ovviamente quando ci sono le condizioni per farlo. Io stesso ricevo suggerimenti da Tare e, se mi convincono, cerco di metterli in pratica. Io ho comunque degli obblighi, anche nei confronti dei tifosi di quella che è la Prima squadra della Capitale“.

Augusto Sciscione

Nato a ottobre del 1977 sotto il segno della bilancia. Laureato in Giurisprudenza esercita la professione di avvocato. Ama lo sport in generale, ma le sue grandi passioni sono la pallacanestro e la Lazio. La prima gara vissuta da spettatore allo Stadio Olimpico è stata Lazio-Taranto che terminò 3-1 e riporto la Lazio in Serie A. Ha vissuto gli anni d'oro della Lazio di Sven Goran Eriksson ed il giocatore a cui è rimasto più legato è il Cholo Simeone. Ama i cani ed al momento ne possiede uno di nome Gazza.

Augusto Sciscione ha 5271 articoli e più. Guarda tutti gli articoli di Augusto Sciscione