fbpx

Sampdoria-Lazio, Inzaghi in conferenza: “Siamo un gruppo che non molla niente, lotteremo fino alla fine”

Il tecnico biancoceleste Simone Inzaghi è intervenuto in conferenza stampa per presentare il match di domani contro la Sampdoria. Lazio che arriva dalla vittoria in Coppa Italia ma che non può adagiarsi sugli allori in campionato. La sconfitta pesantissima contro il Chievo non può essere dimenticata e c’è bisogno di confermare l’ottima prestazione di San Siro per proseguire la corsa verso il finale di campionato

“Mancano sei partite (5 di campionato più la finale ndr) ho detto ai miei ragazzi che saranno sei finali per noi, ci aspettano partite importanti e non semplici però dobbiamo fare nel migliore dei modi perché non dobbiamo dipendere solo ed esclusivamente dalla Coppa Italia ma il nostro percorso deve valere l’Europa anche per quanto riguarda il campionato. La qualificazione non può passare solo dalla vittoria della Coppa.”

MOTIVAZIONE- “Nel girone di andata mi chiedevate l’esatto opposto, perchè si vince con le piccole e con le grandi si fa fatica, non c’è una spiegazione precisa, è normale che un allenatore fa le sue valutazioni: su 4 partite a San Siro ne abbiamo vinte 3, nell’ultima il portiere avversario è stato il migliore in campo, se una squadra vince 3 volte a San Siro penso che abbia grandi qualità, dei valori umani, che ha nelle corde le partite importanti. Abbiamo avuto un calo in alcune partite e non doveva capitare ma è il terzo anno di fila che giochiamo 50 partite a stagione perchè siamo un gruppo con dei valori che non molla niente e vuole lottare su tutti gli obiettivi fino alla fine.”

RIMPIANTI- “I punti persi potrebbero essere un rimpianto a fine stagione, ma sul passato non possiamo farci nulla. Dobbiamo guardare al futuro, che ora si chiama Sampdoria che è una partita importante contro una squadra molto bene allenata con grandissime individualità. Bisogna fare molta attenzione. Abbiamo avuto solo tre giorni per prepararla però i ragazzi li ho visti bene. Domani avremo un risveglio e deciderò quale formazione schierare in campo.”

DIFFERENZE DI APPROCCIO TRA CHIEVO E MILAN- “Il primo fattore è che siamo rimasti in 11 perché se dopo mezz’ora fossimo rimasti 10 probabilmente non saremo un finale come probabilmente se fossimo rimasti in 11 avremmo vinto la partita col Chievo. Abbiamo commesso ingenuità che abbiamo pagato sulla nostra pelle adesso dobbiamo guardare avanti con fiducia, non dobbiamo guardare a quello che è stato dobbiamo guardare la Sampdoria e poi guarderemo all’atalanta il Cagliari e poi faremo questa finale dopo questa finale partite di campionato che saranno molto importanti.”

CLASSIFICA- “Purtroppo abbiamo commesso l’errore dopo la gara di San Siro, abbiamo vinto meritatamente facendo un’ottima gara. Abbiamo un po’allentato la presa. Può succedere inconsciamente di mollare qualcosa dopo una vittoria importante. Dobbiamo cercare di non perdere la concentrazione e non mollare un centimetro”

CONVOCATI- “Durmisi ha avuto un risentimento e non è stato convocato, Milinkovic e  Luis Alberto sono squalificati, Radu non ha recuperato dalla caviglia abbiamo 5 assenze più Lukaku che sono importanti però vedremo di fare una grande partita ugualmente. Per quanto riguarda il riposo io ho La Rosa importante, devo scegliere domani perché ci sono tre giocatori che mi stanno soddisfacendo molto vedrò come sarà lo stato di forma domani. Immobile e Correa hanno speso tanto, stamattina è stato è stato provato Caicedo con Correa però a volte la domenica dopo la rifinitura cambiano le idee rispetto al sabato. In difesa c’è Wallace che sta tornando a grandi livelli. Non dimentichiamo che non si è infortunato in spiaggia ma si è infortunato nel quarto di finale contro l’Inter in un contropiede si è fatto uno stiramento importante però sul campo per la Lazio e quindi è un giocatore che considero che gli sta soddisfacendo negli ultimi 15 giorni si sta allenando a pieno regime quindi potrebbe esserci anche un’occasione per lui. Anche che Bastos, Ramos e Patric hanno lavorato bene. Domani sceglierò in base a chi mi darà maggiori garanzie.”

IMMOBILE- “Non bisogna guardare solo le prestazioni di Ciro le in base ai gol. A San Siro ha fatto una grandissima partita ha fornito l’assist a Correa ha lavorato in fase di non possesso è stato molto molto bravo quindi secondo me è giusto guardare le prestazioni di immobile al di là dei gol. Ha giocato molto in questa stagione, è normale che abbia bisogno di riposare. Questa mattina si è allenato bene, come anche Correa che ha giocato 75 minuti a San Siro. Caicedo non è stato semplice tenerlo fuori dopo che per due partite ha giocato bene segnando due gol ma da allenatore ho l’obbligo di fare delle scelte che ritengo giuste, anche se qualche giocatore ci può rimanere male.”

ASSENZE- “Le assenze di Luis Alberto e Milinkovic sono ovviamente pesanti. L’unico neo della mia formazione quest’anno, a parte qualche calo di concentrazione,  è non aver mai avuto la rosa a disposizione. Ci è mancato Leiva per lunghi periodi che per noi è un giocatore importante. Ora abbiamo subito l’infortunio di Milinkovic e qualche squalifica di troppo, ma sono sicuro che la squadra saprà sopperire alle assenze. Per quanto riguarda la difesa devo ancora scegliere, ho 5 giocatori a disposizione, vedrò quale sarà la soluzione migliore da adottare. Badelj? All’occorrenza può fare anche la mezz’ala, insieme a Leiva hanno caratteristiche simili, possono giocare insieme. Domani potrebbe avere una chance anche Cataldi, ma ripeto, sceglierò domani dopo la rifinitura.”

FINALE- “Avrei preferito giocarla a campionato finito, dopo il 15 maggio ci saranno altre due partite ed il risultato della finale può condizionare entrambe le squadre in campionato. Ormai il calendario è stato deciso e non possiamo cambiare la situazione. “

Micaela Monterosso

Social Media Manager appassionata di calcio, musica e scrittura. Cresciuta con il mito di Beppe Signori e Sinisa Mihajlovic all'ombra dell'Alberone, fino a quando non è crollato. Oggi vivo in Valdichiana, senza miti e con tanti alberi.

Micaela Monterosso ha 336 articoli e più. Guarda tutti gli articoli di Micaela Monterosso