Lazio, senti Borghi: “Nulla è perduto. La Lazio ha il destino nelle sue mani”

Continua a tenere banco la sfida di San Siro contro il Milan.

Stefano Borghi, giornalista di DAZN, parla ai microfoni di Lazio Style Radio elogiando le doti di Simone Inzaghi e non mettendo la parola “fine” alla corsa dei biancocelesti. Nonostante qualche scivolone di troppo, la Lazio può ancora lottare per raggiungere il suo obiettivo.

“La Lazio ha trovato un punto di svolta grazie al suo allenatore, ha qualità ed offre un calcio bello e propositivo. I biancocelesti non hanno ottenuto l’intera posta in palio contro SPAL e Sassuolo, ma non è stato compromesso nulla, ha il suo destino nelle proprie mani.”

“Quello di sabato è un match pesante. Il Milan ha avuto un’involuzione di gioco sia nei singoli che nel collettivo. La squadra di Inzaghi deve semplicemente recuperare la propria strada, non credo che i due team si snaturino per questa gara. Mi aspetto una gara equilibrata, non ci saranno fuochi d’artificio, ma nemmeno uno scialbo 0-0. Sabato vedo una gara moto combattuta dove avrà la meglio chi saprà sfruttare le occasioni nel migliore dei modi.”

Immobile partecipa alle azioni offensive della squadra ed è un centravanti più moderno, a differenza di Piatek che è il classico numero 9. Sono loro i due punti di riferimento dell’attacco. Bakayoko e Paquetà insieme svolgono il lavoro che Milinkovic svolge da solo, per far capire le qualità eccelse del serbo. Luis Alberto è un’ottima mezzala, bravo lui ad adattarsi e complimenti ad Inzaghi per avergli dipinto quel ruolo addosso.”

Micaela Monterosso

Social Media Manager appassionata di calcio, musica e scrittura. Cresciuta con il mito di Beppe Signori e Sinisa Mihajlovic all'ombra dell'Alberone, fino a quando non è crollato. Oggi vivo in Valdichiana, senza miti e con tanti alberi.

Micaela Monterosso ha 750 articoli e più. Guarda tutti gli articoli di Micaela Monterosso

Avatar

Lascia un commento

Share via
Copy link
Powered by Social Snap