fbpx

Lazio-Sassuolo, Inzaghi: “Con il Sassuolo non sarà facile, è una squadra frizzante che può essere molto pericolosa. Immobile…?

Il tecnico biancoceleste, Simone Inzaghi, è intervenuto dalla sala di Formello,  in conferenza stampa per presentare la gara contro il sassuolo, che si terrà domani alle ore18:00, allo Stadio Olimpico di Roma. Queste sono le sue dichiarazioni:

Sulla partita di domani?

“Noi abbiamo vinto meritatamente a San Siro, e veniamo dalla sconfitta bruciante con la Spal. Domani contro il Sassuolo, faremo molta attenzione, è una squadra frizzante che può essere pericolosa.”

Sulla gara con la Spal?

 “ “La partita con la Spal l’avevamo preparata bene. Avremmo dovuto essere più cinici, perché la Spal ci ha aspettato, e noi  dovevamo essere più spietati, poi al novantesimo  è successo l’episodio del rigore, ed il Var ci ha penalizzato.”

Su Immobile?

“Ciro si sta impegnando come sempre, domani giocherà ed ha la mia massima fiducia. Di lui  sono molto soddisfatto, cosi come di Correa e Caicedo.  Dovrò scegliere chi giocherà al suo fianco. Immobile è un valore aggiunto per questa squadra, per me lo sarà sempre.”

Ci saranno modifiche a centrocampo?

“Per quanto riguarda la  formazione manca ancora  un allenamento, oggi mi sono piaciuti, anche ieri. Domani dopo  deciderò chi dovrà giocare. Sono tutti convocati tranne Berisha e Lukaku. Berisha era disponibile per le due trasferte, poi al rientro aveva un indolenzimento al polpaccio.”

Secondo lei Correa e Caicedo, dovrebbero fare più goal?

“Sono molto soddisfatto dei miei attaccanti. Sta crescendo anche Neto, chiedo maggior sacrificio alle punte rispetto allo scorso anno. Caicedo, Correa e Immobile, mi stanno dando grandi  soddisfazioni.”

Sui diffidati?

“Devo ancora valutare, ma sicuramente non guarderò i diffidati. Massima attenzione al Sassuolo, può creare insidie, già l’ha fatto contro squadre importanti.”

Manca un trascinatore  in campo?

“Il calendario ci ha messo due trasferte vicine, dopo San Siro magari in casa sarebbe andata diversamnete. Il pubblico ci sta dando una grossa mano. Avremmo meritato almeno di non perdere, abbiamo avuto tanto possesso palla, poi c’è stata la chiamata del Var, così come c’era stato il gol di Criscito, dopo il pareggio su carambola. Sono state due sconfitte casuali.”

Per quanto riguarda gli  arbitraggi e il rigore di Ferrara? 

“Siamo stati i primi a subire espulsione su un rigore a favore, i primi a subire rigore su ammissione di simulazione dell’avversario. Il nostro ds è stato anche multato, mancano 9 partite, vogliamo giocarla fino in fondo. Abbiamo avuto problemi in passato con il Var, non ci voglio tornare. Con il Toro l’anno scorso abbiamo perso tre punti e Immobile, per la partita successiva. Un punto a Ferrara poteva essere decisivo per la classifica finale. La mia dirigenza ha detto qualcosa, ha pagato, noi vogliamo rispondere solo sul campo.”

Pensa che la sua squadra debba esporsi di più?

“Ne ho parlato anni fa, ora sono tornato a parlarne perché mi ha fatto la domanda. Pensiamo alle ultime nove gare  senza fattori esterni.”

Pensa che domani ci sarà il  sostegno dei tifosi?

“Contro la gara con il  Parma, ci avevano aiutato e spinto, domani avremo l’occasione con il Sassuolo, i tifosi non ci faranno mancare il supporto. Sarebbe stato meglio giocare alle 15:00, come fissato tempo fa. I tifosi si faranno sentire come hanno sempre fatto in stagione. Anche a Ferrara sono venuti in tanti ad aiutarci.”

Sulla corsa Champions?

Noi dobbiamo fare la corsa su noi stessi, sulla nostra maturazione. Abbiamo fatto bellissime cose, era tempo che non si vinceva largamente un derby e a Milano. Veniamo da una sconfitta che brucia, sarebbe dovuta finire diversamente. Domani ci saranno insidie, sono giovani e frizzanti.”