fbpx

Spal-Lazio, la conferenza di Inzaghi: “Ci è mancato cinismo”. E sul rigore…

Una sconfitta che brucia. La Lazio cade al Paolo Mazza di Ferrara. Un ko che rallenta la corsa Champions. L’allenatore della Lazio Simone Inzaghi ha commentato la partita nella consueta conferenza stampa: “Dovevamo essere più cinici. Perdiamo un’occasione importante, ma dobbiamo guardare avanti e pensare alla prossima“.

AVVERSARIO –La Spal ha fatto la partita che ci aspettavamo. Sono una squadra ben organizzata, ma non avevamo rischiato nulla, eccetto un tiro di Fares. Probabilmente se Immobile avesse segnato all’inizio sarebbe stata un’altra partita“.

RIGORE –Non ho rivisto l’episodio. I ragazzi mi hanno detto che il rigore non c’era. Con il var però ogni contatto fortuito in area può diventare rigore. Dalla panchina mi è parso ci fosse un rigore su Leiva. Al di là di questo è una beffa aver perso in questo modo“.

ERRORI –Abbiamo pagato lo scarso cinismo. Abbiamo avuto tre occasioni nitide e non le abbiamo sfruttate. La gara è stata interpretata bene e l’atteggiamento è stato quello giusto. Quando non riesci a vincere non devi perdere. Comunque il nostro percorso non si ferma. Il discorso è ancora tutto aperto“.

INFERMERIA –Radu e Neto, pur avendo aumentati i carichi, non erano a disposizione per stasera. Speriamo lo siano per domenica“.

Augusto Sciscione

Nato a ottobre del 1977 sotto il segno della bilancia. Laureato in Giurisprudenza esercita la professione di avvocato. Ama lo sport in generale, ma le sue grandi passioni sono la pallacanestro e la Lazio. La prima gara vissuta da spettatore allo Stadio Olimpico è stata Lazio-Taranto che terminò 3-1 e riporto la Lazio in Serie A. Ha vissuto gli anni d'oro della Lazio di Sven Goran Eriksson ed il giocatore a cui è rimasto più legato è il Cholo Simeone. Ama i cani ed al momento ne possiede uno di nome Gazza.

Augusto Sciscione ha 5681 articoli e più. Guarda tutti gli articoli di Augusto Sciscione

Un pensiero riguardo “Spal-Lazio, la conferenza di Inzaghi: “Ci è mancato cinismo”. E sul rigore…

I commenti sono chiusi