fbpx

Nazionale, Mancini: “Vogliamo qualificarci per l’europeo. Sui giovani…”

Il ct della nazionale italiana, Roberto Mancini, ha parlato ai microfoni di Sky Sport, in merito agli attaccanti, senza fare un riferimento su Ciro Immobile. Poi ha fatto le sue considerazioni sul futuro della nazionale. Questo è quanto ha detto:

Sul percorso di Kean alla Juve?

“Allegri ha scelto il giusto percorso per Kean, il ragazzo deve tenere i piedi per terra e continuare ad allenarsi duramente. Quando sei giovane vorresti giocarle tutte le partite  ma serve pazienza.”

Su Quagliarella?

“Sta facendo benissimo ed è la dimostrazione che se ci si allena sempre bene si possono raggiungere grandi risultati”.

Su Balotelli?

“Adesso dipende soltanto da lui,  l’ho fatto giocare a 17 anni, ha delle  qualità incredibili. È ancora abbastanza giovane ma se farà bene, e si impegnerà al massimo avrà le sue possibilità. Mentre Zaniolo, è uscito all’improvviso, nessuno poteva aspettarselo, rispetto a sei mesi fa, da quando lo convocai la prima volta, oggi è un altro giocatore.”

Su Bernardeschi?

“Può fare tutti i ruoli da centrocampo in su, sta migliorando e continuerà a farlo ma credo che possa segnare anche qualche gol in più rispetto a quelli che fa adesso.”

Sul futuro?

“Ci fa piacere che sia tornato l’entusiasmo intorno all’Italia, e speriamo di farlo crescere ancora. Adesso pensiamo solo all’Europeo, vogliamo qualificarci bene e poi vedremo cosa accadrà. A centrocampo abbiamo tanta qualità, siamo stati fortunati a trovare questi giocatori. Abbiamo fatto bene con il Portogallo, campione d’Europa e per poco non abbiamo vinto, ci sono partite più semplici e altre più difficili, ma se continueremo su questa strada ci toglieremo grandi soddisfazioni.”

Sui giovani?

“Stiamo Puntando molto sui giovani, già lo abbiamo portato Tonali,  ma non possiamo portare via altri calciatori all’Under 21. I più anziani sono comunque fondamentali per il gruppo. La scadenza è la qualificazione a Euro 2020, poi vedremo cosa succederà in vista del Mondiale del 2022, quando arriveranno anche altri giovani, li stiamo monitorando e gli bastano un paio di mesi per fare il salto di qualità.”

Lascia un commento

Share via
Copy link
Powered by Social Snap