fbpx

Colonnese: “Inzaghi è il miglior allenatore giovane in Italia. Leiva è determinante per la squadra”

L’ex giocatore biancoceleste,  Francesco Colonnese, ai microfoni di Lazio Style Radio, è intervenuto in merito alla gara che si terrà domenica prossima allo Stadio San Siro, tra Inter-Lazio. Poi  ha parlato dei suoi ricordi quando indossava la maglia biancoceleste:

“Lazio e Inter sono due squadre a cui sono molto legato, dato che ho militato in entrambi i team. Ho degli ottimi ricordi delle due piazze. Ho una grande simpatia ed un enorme  affetto per Inzaghi,  sono convinto che è il miglior giovane allenatore d’Italia. La Lazio gioca molto bene, con un 3-5-2 molto tecnico, atipico e di qualità. Vedremo chi sarà più abile a prendere le misure sugli avversari, i biancocelesti hanno molto calciatori veloci che possono mettere in seria difficoltà i difensori nerazzurri. I biancocelesti hanno tanta qualità in mezzo al campo, senza Leiva, la Lazio ha sofferto tanto, il brasiliano è determinante nel sistema di gioco di Inzaghi. L’Inter, penso sia messa meglio dal punto di vista fisico e mentale, dato che viene da un derby vinto, e sappiamo questo tipo di partite quanto siano importanti dal punto di vista del morale. Penso che Icardi non giocherà dall’inizio, vedo Keita nell’undici titolare. Quaranta giorni di assenza dell’argentino , non sono un fattore da sottovalutare. Penso che il senegalese non renda al massimo da prima punta, lo vedo più esterno di attacco o vicino ad un altro centravanti. Il centrocampo della Lazio, è già deciso con Leiva, Milinkovic e Luis Alberto, forse Parolo subentrerà. Vedo l’undici iniziale biancoceleste già definito, non ipotizzo stravolgimenti. La squadra di Inzaghi, dovrà cercare di segnare dato il modulo molto offensivo e si dovrà prestare attenzione in difesa, gli esterni dell’Inter sono molto pericolosi. Quando arrivai alla Lazio, mi colpì tutto l’ambiente e tutta la squadra, un gruppo formato da veri fenomeni. Il calciatore che mi ha più impressionato era Veron, non ho mai visto un centrocampista del genere. Fra Salas, Crespo, Boksic ed Inzaghi era una bella lotta. In difesa penso a Stam, veramente un team fortissimo. Non saprei dire chi era il migliore”.

Lascia un commento