fbpx

29 Marzo 2019: il “Garla” compie 69 anni

Renzo Garlaschelli non ha bisogno di presentazioni. Chi ha vissuto la Lazio degli anni ’70 e ’80 non può aver dimenticato le sue dieci stagioni in biancoceleste in cui ha dato e visto tutto: dallo Scudetto del ’74 allo scandalo del calcioscommesse. Spalla di Giorgio Chinaglia prima e di Bruno Giordano poi, Garlaschelli ha fatto impazzire i tifosi biancocelesti con le sue giocate. Celebre la sua finta sulla fascia destra con ultimo passaggio sempre a cercare Chinaglia – si dice su “consiglio” di Tommaso Maestrelli che, al suo arrivo, gli disse: “So che sei bravo ma passa sempre la palla a Chinaglia, che è un rompiscatole”.

Professionista impeccabile in campo, grande frequentatore della Roma notturna. Garlaschelli era solito trascorrere le serate tra i locali di della “dolce vita” romana degli anni ’70, salvo poi farsi trovare sempre pronto al campo di allenamento la mattina successiva. Il “Garla” oggi compie 69 anni e la S.S. Lazio non ha mancato l’appuntamento con gli auguri ad uno dei protagonisti della Lazio di Maestrelli.

L’ex attaccante biancoceleste, è intervenuto quest’oggi ai microfoni di Lazio Style Radio, ringraziando per gli auguri e ripercorrendo la sua storia alla Lazio. Queste le sue dichiarazioni:

“Grazie a tutti per gli auguri, per festeggiare i miei 70 anni sto organizzando qualcosa di speciale. La Lazio per me è stata tutto, una parte importantissima dei miei 69 anni. Penso che sia calcisticamente che per gli amici che ho trovato è stato qualcosa di fantastico, spero di aver lasciato un bel ricordo. L’ultimo anno non sono stato trattato benissimo, la colpa è stata mia e della società, le ultime due stagioni non sono state certamente le più belle. Della mia squadra ancora se ne parla, abbiamo giocato veramente un calcio divertente, rimarrà per sempre questo ricordo.”

“A distanza di 45 anni, se ancora se ne parla significa che qualcosa di buono è stato compiuto. Un momento speciale è stato all’esordio, arrivai a Roma senza grandi speranze invece da quel momento è iniziata una bellissima storia. Nel derby ho siglato un gol strepitoso, l’11 marzo 1973, un tuffo ad angelo veramente straordinario.”

RITORNO AL PRESENTE- “Per la Lazio attuale è il momento giusto per affrontare l’Inter, la squadra di Inzaghi si è ripresa alla grande e possiamo raccogliere un risultato positivo a San Siro. Firmerei anche per il pareggio perchè l’importante è continuare sulla scia che porta alla Champions League. I Biancocelesti saranno gli stessi, ormai si sono abituati a giocare con questo assetto, a mio parere è la migliore formazione possibile.”

SU IMMOBILE- “Non si può criticare, cosa vuoi dirgli? Mi sembra assurdo ed inutile. È un calciatore importantissimo sia per la Lazio che per la Nazionale.”

Micaela Monterosso

Social Media Manager appassionata di calcio, musica e scrittura. Cresciuta con il mito di Beppe Signori e Sinisa Mihajlovic all'ombra dell'Alberone, fino a quando non è crollato. Oggi vivo in Valdichiana, senza miti e con tanti alberi.

Micaela Monterosso ha 765 articoli e più. Guarda tutti gli articoli di Micaela Monterosso

Avatar

Lascia un commento