fbpx

Che emozione quel derby-scudetto deciso da una magia di Veron!

Era il 25 marzo del 2000 quando la Lazio di Sven Goran Eriksson ,che si apprestava a vincere quell’anno lo scudetto, fece suo il derby contro la Roma.

Il risultato finale dell’incontro fu un  2-1 combattuto deciso nel secondo tempo da una prodezza del centrocampista argentino della Lazio Juan Sebastian Veron.

Dopo la brutta sconfitta dell’andata la squadra biancoceleste scese in campo animata dall’intento di portare a  casa i 3 punti. La ragione principale era non perdere terreno nei confronti della Juventus ,prima in classifica e prossima avversaria.

La partita iniziò male per la Lazio che al 3° minuto subì la rete dell’1-0 siglata da Vincenzo Montella. Ma la reazione della Prima Squadra della Capitale non tardò ad arrivare. Pavel Nedved pareggiò i conti al 25° del primo tempo dopo una bellissima azione di squadra.

Il 2-1 successivo fu opera di Juan Sebastian Veron, autore di uno dei gol più belli della sua carriera, una punizione da cineteca contro cui nulla potè Lupatelli.

Iniziò così  la rimonta-scudetto , con la Lazio a -6 a 7 giorni dallo scontro diretto di Torino che vedrà trionfare ancora i biancocelesti per 1-0 con la rete di Simeone.

IL TABELLINO

SERIE A, 25 MARZO 2000

LAZIO-ROMA 2-1

Marcatori: 3’pt Montella (R), 25’pt Nedved (L), 28’pt Veron (L)

LAZIO: Marchegiani (43’pt Ballotta), Gottardi, Negro, F. Couto, Pancaro, S. Conceicao, Almeyda, Simeone, Nedved, Veron (21’st Sensini), S. Inzaghi (29’st Boksic). Panchina: Lombardo, Mancini, Ravanelli, Salas. Allenatore: Eriksson.

ROMA: Lupatelli, Zago, Aldair, Mangone, Cafu (37’pt Rinaldi), Di Francesco, Nakata (1’st Marcos Assuncao), Candela (13’st Tommasi), Totti, Montella, Delvecchio. Panchina: Campagnolo, Gurenko, Blasi, Poggi. Allenatore: Capello.

Arbitro: Messina di Bergamo

 

Augusto Sciscione

Nato a ottobre del 1977 sotto il segno della bilancia. Laureato in Giurisprudenza esercita la professione di avvocato. Ama lo sport in generale, ma le sue grandi passioni sono la pallacanestro e la Lazio. La prima gara vissuta da spettatore allo Stadio Olimpico è stata Lazio-Taranto che terminò 3-1 e riporto la Lazio in Serie A. Ha vissuto gli anni d'oro della Lazio di Sven Goran Eriksson ed il giocatore a cui è rimasto più legato è il Cholo Simeone. Ama i cani ed al momento ne possiede uno di nome Gazza.

Augusto Sciscione ha 5006 articoli e più. Guarda tutti gli articoli di Augusto Sciscione